JUS CIVILE
Rivista a cura di Rosalba Alessi, Carmelita Camardi, Massimo Confortini, Carlo Granelli, Mario Trimarchi
home

Massimo Franzoni

Riflessioni a margine della sentenza sul “diritto a nascere sani”

Sommario: 1. Le nuove parole del diritto. – 2. La tecnica della decisione e la giurisprudenza che crea il diritto. – 3. La tutela dei diritti nei diversi ordinamenti: un diverso modo di intendere il diritto positivo. – 4. La tecnicità del diritto nell’argomentare la decisione. – 5. È opportuno stare dalla parte di chi subisce o dalla parte di chi agisce?

 

Roberto Senigaglia

Identità del corpo inanimato e legami affettivi. Rilevanza delle relazioni “familiari” oltre la convivenza

Sommario: 1. Il caso e i problemi. – 2. Il diritto sul corpo inanimato. – 3. La disciplina tra diritto soggettivo e inte-resse legittimo. – 4. La questione della titolarità del diritto. – 5. Segue. Il diritto di disporre la crema-zione. – 6. Segue. Il diritto di custodire le ceneri.

 

Alberto Capriolo

Gender e nuovi percorsi giuridici. Tra (de)costruzione dell’identità e forzature del diritto

Sommario: 1. Ricadute giuridiche dei Gender studies: brevi premesse. – 2. ‘Diritto all’identità di genere’ e primato della scelta. – 3. Nuove geometrie della famiglia. – 4. Quale genere di educazione per il minore?

 

Mauro Tescaro

La tutela postmortale della personalità morale e specialmente dell’identità personale

Sommario: 1. Introduzione. – 2. Possibili giustificazioni giuridiche. – 3. Conseguenze in tema di disciplina e soprattutto di rimedi: osservazioni generali. – 4. Il problema del risarcimento per equivalente: tipologie di danno e stato dell’arte della giurisprudenza. – 5. (segue) l’orientamento dottrinale che potrebbe portare a negare la tutela. – 6. (segue) l’orientamento dottrinale che distingue a seconda della tipologia di danno. – 7. (segue) auspicabili criteri di quantificazione del danno non patrimoniale. – 8. Legittimati attivi e continuazione della persona del defunto. – 9. La vicenda del diritto all’identità personale: introduzione. – 10. (segue) la sua tutela postmortale nel risalente caso De Chirico. – 11. (segue) e nel recente caso Totò. – 12. (segue) osservazioni critiche. – 13. Conclusioni.

 

Romana Pacia

Campione biologico e consenso informato nella ricerca genetica: il possibile ruolo delle biobanche

Sommario: 1. Ricerca genetica: il quadro normativo. – 1.1. Normativa sovranazionale e comunitaria. – 1.2. Normativa interna: Autorizzazione generale al trattamento dei dati genetici 12 dicembre 2013 del Garante per la protezione dei dati personali. – 1.3. Segue: nozione di biobanca. – 2. Biobanche di popolazione. – 3. Natura giuridica del campione biologico: distinzione tra materia e dati. – 4. Regime giuridico unitario del campione biologico, come bene materiale e come fonte di dati personali: presupposti e critica. – 5. Proprietà del campione biologico. – 6. Segue: funzione delle biobanche. – 7. Oggetto dell’informativa. – 8. Consenso informato all’utilizzo dei campioni biologici e nuove ricerche. – 8.1. Ambito del consenso: il c.d. broad consent. – 8.2. Consenso informato e campione biologico “non identificabile”. – 9. Revoca del consenso al trattamento dei dati personali. – 10. Accesso ai dati genetici. – 11. Biobanche e proprietà intellettuale. – 11.1. Diritto d’autore. – 11.2. Invenzioni biotecnologiche e brevettabilità della ricerca. – 11.3. Open data sharing nelle biobanche.

 

Paloma de Barrón Arniches

La asistencia en el derecho civil catalán: ¿hacia un modelo europeo de protección de las personas vulnerables?

Sumario: 1. Introducción. - 2. Presupuestos para que proceda la institución de la asistencia. - 2.1. Presupuesto subjetivo. - 2.2. Presupuesto objetivo. - 3. El nombramiento del asistente. - 3.1. Procedimiento de jurisdicción voluntaria. El Juez competente. - 3.2. La cuestión de la legitimación activa para solicitar esta medida de protección. - 3.3. Contenido de la resolución judicial de nombramiento del asistente. - 3.4. Publicidad registral. - 4. El asistente. Criterios para la elección de la persona que ha de desempeñar el cargo de protección. - 4.1. La voluntad de la persona asistida. - 4.2. La idoneidad de la persona que ha de desempeñar el cargo de protección. - 5. El ejercicio de la asistencia. - 5.1. Estatuto del asistente. - 5.2. Actuación del asistente en el ámbito personal y patrimonial de la persona vulnerable. - 6. Modificación y extinción de la figura de protección. - 6.1. Modificación de la asistencia. - 6.2. Extinción de la figura de protección. La temporalidad de la medida. - 7. La impugnación de los actos jurídicos del asistente y del asistido. - 8. La responsabilidad de quien ejerce el cargo de protección. - 9. A modo de conclusión.

Graziella Currò

Diritto della madre all’anonimato e diritto del figlio alla conoscenza delle proprie origini. Verso nuove forme di contemperamento

Nota a Corte europea dei diritti dell'uomo, 25 settembre 2012, causa Godelli c/ Italia (Ricorso n. 33783/09)