JUS CIVILE
Rivista a cura di Rosalba Alessi, Carmelita Camardi, Massimo Confortini, Carlo Granelli, Mario Trimarchi
home

Gaetano Anzani

Capacità di agire e inadempimento: alcune questioni aperte

Sommario: 1. La capacità di agire nei due regimi di responsabilità civile. I diversi piani di applicazione dell’art. 2046 e dell’art. 2 c.c. – 2. La capacità naturale come presupposto presunto della capacità legale ai sensi dell’art. 2 c.c. – 3. Responsabilità da inadempimento ed asserita impossibilità ad obbligarsi dell’incapace legale. – 4. La capacità naturale quale requisito anche per l’imputabilità di un inadempimento. – 5. – 5.1. Assenza di una disposizione sulla responsabilità aquiliana vicaria del genitore per inadempimento di un debitore legalmente incapace. – 5.2. Giustificazione dell’assenza in caso di annullamento del contratto per minore età. – 5.3. Inutilità o inopportunità di una disposi-zione omologa all’art. 2048 c.c. per l’inadempimento di obbligazioni contrattuali. – 5.4. Applicabilità dell’art. 2048 c.c. per l’inadempimento di obbligazioni non contrattuali da parte di un minore dotato di capacità naturale.

 

Roberta Cosio

La responsabilità del prestatore di servizi di hosting

Sommario: 1. L’utilizzo illecito delle piattaforme online. – 2. Il quadro normativo. – 3. I caratteri della responsabilità dell’hosting provider. – 4. Sull’obbligo di sorveglianza attiva pro futuro: la recente pronuncia della Corte di giustizia. – 5. Verso una maggiore responsabilizzazione dell’hosting provider. – 6. Prospettive di riforma.

 

Giuseppa Palmeri

Cronaca di una morte annunciata: il caso Manduca e la responsabilità dello Stato

Sommario: 1. Il caso Manduca. – 2. Violenza domestica e misure di protezione. – 3. La responsabilità civile dei magistrati – 4. L’insidiosità del principio dell’inevitabilità dell’evento lesivo – 5. La rilevanza della condotta omissiva – 6. Il nesso di causalità – 7. Il danno non patrimoniale.

 

Carmelita Camardi

Note critiche in tema di danno da illecito trattamento dei dati personali

Sommario: 1. La responsabilità per danni da trattamento illecito dei dati personali nella complessità ordinamentale. – 2. L’art. 82 del Regolamento UE 2016/679 e le altre norme che delineano ipotesi di danni causati da trattamenti illeciti dei dati personali. – 3. Le questioni interpretative. Imputazione della responsabilità e prova liberatoria. – 4. Segue. Ingiustizia del danno e risarcimento del danno non patrimoniale. – 5. Ancora sull’illecito trattamento dei dati personali nell’art. 82 del GDPR. Dogmatica interna e prospettiva (dogmatica) europea. Relativizzazione della tutela aquiliana nella complessità ordinamentale. – 6. Tramonto della responsabilità aquiliana?

 

Salvatore Monticelli

Obblighi d’informazione e responsabilità aquiliana

Sommario: 1. I termini dell’indagine. – 2. Esecuzione inesatta dell’obbligo d’informazione e tutela del terzo che vi abbia fatto incolpevole affidamento: alcune ipotesi significative. – 3. Segue. Individuazione del criterio discriminante tra responsabilità contrattuale ed aquiliana. – 4. Rilievi conclusivi.

 

Massimo Gazzara

Brevi note in tema di risarcibilità del danno subito dal proprietario di un veicolo circolante sprovvisto di assicurazione

Sommario: 1. La risarcibilità del danno subito dal veicolo circolante sprovvisto di assicurazione. Impostazione del problema. – 2. La circolazione illegale come antecedente causale del sinistro e del danno derivatone. – 3. Il risarcimento del conducente che abbia subito lesioni e la posizione dei terzi trasportati. – 4. La questione della prova della consapevolezza della circolazione senza assicurazione.

 

Mauro Tescaro

Una proposta ricostruttiva contrastante con il diritto vivente in tema di responsabilità civile dell’internet provider nel diritto italiano tra direttiva 2000/31/CE, regolamento UE 2016/679 e direttiva UE 2019/790

Sommario: 1. Introduzione. – 2. I diversi livelli di responsabilità civile del provider ipotizzabili. – 3. La responsabilità civile del provider nella direttiva 2000/31/CE. – 4. (segue) e specialmente nel decreto legi-slativo n. 70 del 2003. – 5. La criticabile sentenza n. 7708 del 2019 della Cassazione. – 6. La responsabilità civile del provider (e non solo) nell’art. 15 del decreto legislativo n. 196 del 2003 e nell’art. 82 del regolamento UE 2016/679. – 7. Il problema dei c.d. danni punitivi e le sanzioni amministrative pecuniarie di cui all’art. 83 del regolamento UE 2016/679. – 8. Il caso Google contro Vivi Down quale esempio paradigmatico. – 9. Il diritto all’oblio nella giurisprudenza della Corte di Giustizia dell’Unione europea. – 10. La direttiva UE 2019/790. – 11. Conclusioni.

 

Francesco Soluri

Considerazioni in tema di compensatio lucri cum damno, tra peculiarità di un istituto trasversale e arresti della nomofilachia

Sommario: 1. Per una breve introduzione civilistica del tema. – 2. La presenza del principio nel giudizio amministrativo e in quello contabile, a riprova del carattere trasversale dell’istituto. – 3. Le questioni dibattute dalla giurisprudenza. – 4. Gli arresti recenti dei giudici della nomofilachia. – 5. Qualche riflessione a margine del tema trattato.

 

Salvatore Mazzamuto

La prospettiva dei rimedi in un sistema di civil law: il caso italiano

Sommario: 1. Diritto e processo. – 2. La progressiva affermazione delle tutele specifiche. – 3. La prospettiva dei rimedi. – 4. Principio di effettività e rimedi.

 

Ugo Salanitro

Responsabilità ambientale: questioni di confine, questioni di sistema

Sommario: 1. Introduzione. – 2. Danno all’ambiente. – 3. Tra interpretazione estensiva e analogia. – 4. La responsabilità ambientale. – 5. La bonifica dei siti contaminati. – 6. Interessi collettivi e interessi individuali.

 

Daniela Maria Frenda

La prova liberatoria dei genitori per il fatto illecito dei figli minori tra colpa e responsabilità oggettiva

Sommario: 1. La prova liberatoria dei genitori in dottrina. – 2. … e in giurisprudenza. – 3. L’imponderabilità delle decisioni giurisprudenziali: l’orientamento minoritario. – 4. L’assenza di culpa in educando al vaglio della prova liberatoria. – 5. Verso una lettura “oggettivistica” della responsabilità dei genitori.

 

Jorge Rodriguez Russo

Contornos actuales de la responsabilidad civil precontractual. La situacion en el derecho uruguayo

Sommario: 1. Introducción. – 2. El contrato y su dimensión temporal. – 3. Los orígenes de la responsabilidad precontractual y su desarrollo posterior. – 4. Las transformaciones de la responsabilidad civil pre-contractual en los últimos veinte años. Tendencias en el Derecho Comparado. – 5. La responsabilidad precontractual en el sistema civil uruguayo. – 5.1 La dualidad de disciplinas y la unidad del sistema de Responsabilidad Civil. – 5.2 El problema de la naturaleza jurídica de la Responsabilidad Precontractual. – 5.3 La tesis predominante en la doctrina y jurisprudencia se inclina por la naturaleza contractual. Los fundamentos que la sustentan. – 5.4 Las objeciones a la tesis contractualista desde la perspectiva de los deberes dimanantes de la buena fe y las notas tipificantes de la obligación. La dimensión relacional de la responsabilidad extracontractual. – 5.5 La relevancia del problema en el sistema civil uruguayo. – 6. Conclusiones.

 

Carolina Leggieri

Concorso di colpa del conducente per il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza da parte del terzo trasportato: una nuova figura di responsabilità oggettiva per il trasporto amichevole?
Cass. civ., Sez. III, 30 gennaio 2019, n. 2531 (ord.)

Sommario: 1. Il fatto. – 2. Breve analisi normativa – 3. Responsabilità del conducente e concorso di colpa del terzo trasportato: giurisprudenza di legittimità e di merito a confronto sulla riduzione del risarcimento…– 4. Segue: …e sull’ordinaria diligenza. – 5. Causalità materiale e colpa omissiva: responsabilità aggravata? – 6. Responsabilità del conducente nel trasporto pubblico e privato (gratuito ed amichevole). – 7. Conclusioni.

 

Lavinia Vizzoni

L’illecito costituzionale del legislatore (muovendo dalle riflessioni di Enzo Roppo)

Sommario: 1. Responsabilità dello Stato per legislazione incostituzionale? – 2. La prima ipotesi applicativa: la declaratoria di incostituzionalità della legge. – 3. La seconda ipotesi applicativa: l’omissione del legislatore. – 4. Segue. Il valore dei moniti e le questioni aperte. – 5. Il complicato problema della natura della responsabilità.

 

Roberto Pomiato

La responsabilità nella relazione di cura. Note critiche e ricostruttive sulle fattispecie di responsabilità introdotte dalla riforma “Gelli-Bianco”

Sommario: 1. Oggetto dell’indagine. – 2. Il rapporto tra paziente e struttura sanitaria pubblica. – 3. Il rapporto tra paziente e struttura sanitaria privata. – 4. L’ammissibilità di una relazione fiduciaria di cura tra paziente e struttura organizzata. – 5. Le responsabilità nella relazione di cura. In particolare: il fondamento della responsabilità del medico prima della riforma del 2017. – 6. Segue. L’autonoma responsabilità del personale sanitario: un principio necessario? Uno sguardo al modello del médecin salarié francese. – 7. La relazione di cura nella l. 24/2017. In particolare: la relazione con la struttura sanitaria e la responsabilità di quest’ultima. – 8. Segue. L’estensione della regola generale di responsabilità a specifiche fattispecie. In particolare: le prestazioni svolte in regime di convenzione con il Servizio sanitario nazionale. – 9. La responsabilità dell’esercente la professione sanitaria operante all’interno di una struttura di cura: una fattispecie speciale. – 10. Segue. Il problema della reviviscenza delle limitazioni di responsabilità. – 11. La fattispecie delle prestazioni sanitarie rese in regime di libera professione intramuraria. – 12. Considerazioni conclusive sul modello di responsabilità disegnato dalla riforma del 2017.

 

Valerio Ceccarelli

Danno da inumana detenzione

Sommario: 1. L’origine dell’art. 35 ter ord. pen. – 2. L’individuazione del termine di prescrizione del diritto disciplinato dal legislatore. – 3. L’ordinanza interlocutoria 28 settembre 2017, n. 22764. – 4. Le possibili interpretazioni sulla qualificazione della responsabilità dell’amministrazione per detenzione in condizioni inumane. – 5. La Sentenza a Sezioni Unite 8 maggio 2018, n. 11018. – 6. Riflessioni critiche a margine della pronuncia.

 

Giuseppe Grisi

L’inadempimento dipendente da dolo

Sommario: 1. Promemoria per l’interprete. – 2. Il dolo, in ambiente aquiliano e contrattuale. – 3. Il dolo nella previsione dell’art. 1225 c.c. – 4. Il dolo e l’inadempimento efficiente. – 5. Il dolo nel contesto dell’art. 1229 c.c.

 

Tommaso Pellegrini

La quantificazione del danno tra fatto e diritto. Brevi annotazioni su risarcimento integrale e compensatio lucri cum damno

Sommario: 1. Concezione naturalistica e concezione giuridica della quantificazione del danno. − 2. Fondamento teorico della concezione naturalistica. – 3. Introduzione all’integrale risarcimento. – 4. La compensatio lucri cum damno. − 5. (segue) Le Sezioni unite e il paradigma (non-naturalistico) del «collegamento funzionale tra la causa di attribuzione patrimoniale e l’obbligazione risarcitoria».− 6. Appunto sul substrato naturalistico del danno. − 7. L’integrale risarcimento del danno non patrimoniale nel prisma della concezione giuridica della quantificazione.

 

Mª Paz Sánchez González

El consentimiento informado: especial referencia al tratamientos con opioides

Sommario: 1. Introducción. – 2. El principio general del consentimiento informado. – 2.1. La información a) ¿De qué se debe informar? b) ¿Quién debe informar? c) ¿A quién se debe informar? d) ¿Cuándo y cómo informar? ̶ 2.2 Prestación del consentimiento a) ¿Quién consiente? b) ¿Cómo se manifiesta el consentimiento? c) ¿Se puede prescindir del consentimiento del paciente? ̶ 3. Particularidades del consentimiento en tratamientos a menores.

 

Carlos de Cores Helguera

Daños punitivos y función preventiva de la responsabilidad civil. Reflexiones comparatistas a partir de la reciente jurisprudencia italiana de legitimidad

Sommario: 1. Introducción. − 2. Pluralidad de funciones de la responsabilidad civil.− 3. La función preventiva de los daños punitivos. – 4. La matriz anglosajona de los daños punitivos. – 5. La circulación del modelo de los daños punitivos hacia el derecho civil. – 6. La resistencia del derecho civil. – 7. La suerte corrida por los daños punitivosen en el nuevo código civil y comercial de la nación argentina. – 8. La evolución mas reciente. – 9. Conclusion.

 

Gaetano Anzani

Osservazioni sui patti di esonero da responsabilità civile

Sommario: 1. I patti che escludono o limitano la responsabilità contrattuale ed il problema dell’ammissibilità di patti analoghi per la responsabilità extracontrattuale. – 2. Argomenti contrari e favorevoli all’ammissibilità dei patti di esonero dalla responsabilità extracontrattuale. – 3. Riscontri di diritto positivo all’ammissibilità di patti di esclusione o limitazione della responsabilità extracontrattuale. Estensione dell’art. 2236 c.c. a tutta la responsabilità civile. – 4. Patti di esonero da responsabilità extracontrattuale ed ordine pubblico: valenza del principio desumibile dal secondo comma dell’art. 1229 c.c. anche in area aquiliana, in quanto specificazione dell’art. 1418, secondo comma, c.c. – 5. Necessaria applicabilità in ambito aquiliano anche del primo comma dell’art. 1229 c.c., in quanto espressivo di un principio o di ordine pubblico o almeno imperativo. – 6. Uniformità di disciplina per i patti che escludono o limitano ogni forma di responsabilità civile anche sotto profili diversi dall’an e dal quantum del risarcimento.

 

Mirko Faccioli

La responsabilità sanitaria fra tradizione e rinnovamento

Sommario: 1. Introduzione. – 2. Il superamento del contatto sociale. – 3. L’obbligo di attenersi alle linee guida nel quadro della distinzione tra obbligazioni di mezzi e di risultato. – 4. La correlazione tra il rispetto delle linee guida e la quantificazione del danno risarcibile. – 5. Le clausole claims made nei contratti di assicurazione della responsabilità civile. – 6. Conclusioni.

 

Giorgio De Nova

Intorno alla compensatio lucri cum damno

 

Giulio Ponzanelli

Danni punitivi: oltre la delibazione di sentenze straniere?

Sommario: 1. La grande attesa. – 2. Il contenuto della decisione del 5 Luglio 2017 n. 16601. − 3. Modificazioni sul livello del risarcimento in Italia. – 4. Qualche conclusione.

 

José Criscuolo

Il danno da perdita del rapporto parentale: profili problematici e (ir)rilevanza del luogo di residenza del danneggiato ai fini della liquidazione

Sommario: 1. Premessa. – 2. Il danno da perdita del rapporto parentale. – 3. L’incidenza del luogo di residenza del danneggiato sulla liquidazione del danno: Cassazione civile, sez. III, 7 ottobre 2016, n. 20206. – 4. Brevi riflessioni conclusivee.

 

Salvatore Monticelli

Le nuove dinamiche assicurative nella relazione di cura: note a margine della l. 8.3.2017, n. 24

Sommario: 1. I soggetti destinatari dell’obbligo assicurativo nella L. 8/3/2017, n. 24. − 2. L’azione diretta nei confronti dell’assicurazione ed il Fondo di garanzia. − 3. Le polizze: la claims made con deening clause, dalla tipicità sociale al tipo legale. − 4. I nodi problematici e le criticità. − 5. Le trattative con il danneggiato e l’obbligo di comunicazione al danneggiante.

 

Vincenzo Roppo

La responsabilità civile di Pietro Trimarchi

 

Giorgia Corsi

Danni punitivi: ancora attese le Sezioni Unite

Sommario: 1. L’ordinanza di rimessione alle Sezioni Unite: il caso. – 2. Il principio di ordine pubblico. – 3. Punitive damages, danni punitivi e la funzione della responsabilità civile. – 4. L’atteggiamento di chiusura della Corte di Cassazione nei confronti dei danni punitivi. – 5. Considerazioni conclusive.

 

Giorgio De Nova

Le nuove frontiere del risarcimento del danno: i punitive damages

Sommario: 1. Le frontiere mobili tra responsabilità contrattuale e responsabilità extracontrattuale. – 2. Sul danno e sulla sua quantificazione. – 3. In tema di punitive damages.

 

Alessio Zaccaria

“Contatto sociale” e affidamento, attori protagonisti di una moderna commedia degli equivoci

Sommario: 1. Premessa. – 2. Il concetto di “contatto sociale”. – 3. Il contatto “negoziale”. – 4. I contatti sociali simili ai contatti negoziali. – 5. I contatti sociali diversi sia dai contatti negoziali sia dai contatti simili a questi ultimi. – 6. La teoria della Vertrauenshaftung. – 7. Quali comportamenti concludenti tipizzati possono essere inquadrati anche “contatti sociali”?

 

Antonio di Biase

La responsabilità civile del dottore commercialista nella prassi operativa

Sommario: 1. Rilievi introduttivi: pluralità di funzioni e differenti “statuti” di responsabilità del commercialista. – 2. Una questione preliminare: il problema della prova e dell’ampiezza del mandato professionale. – 3. La responsabilità derivante da attività di rappresentanza dinnanzi alle Commissioni Tributarie: dalla “ragionevole probabilità” al problema della quantificazione del danno. – 4. La responsabilità derivante da errore nella compilazione dei redditi e nella tenuta delle scritture contabili ed il problema del concorso colposo del cliente. – 5. Gli obblighi informativi e la responsabilità civile.

 

Luigi Buonanno

Rilievi civilistici in tema di responsabilità del legislatore da atto normativo

Sommario: 1. Premesse. – 2. Sulla configurabilità della responsabilità, ex art. 2043 cod. civ. – 3. L’ipotesi alternativa della responsabilità da inadempimento, ex art. 1218 cod. civ. – 4. I presupposti ell’attività normativa illegittima: irragionevolezza e soglia di tollerabilità. – 5. La responsabilità del legislatore (con le sue conseguenze) nella sentenza 16 aprile 2014, n. 8878 della Corte di cassazione.

 

Vincenza Cinzia Meccola

Responsabilità sanitaria e foro del consumatore
Nota a Cassazione civile, Sez. VI, 24 dicembre 2014, n. 27391 (ord.)

Sommario: 1. Il fatto. – 2. L’impatto della legge Balduzzi sul sistema della responsabilità civile in ambito sanitario. – 3. Le conseguenze della perdurante qualificazione della responsabilità del medico dipendente come contrattuale, con particolare riferimento all’onere della prova. – 4. Natura del rapporto intercorrente fra struttura sanitaria e paziente. – 5. L’individuazione del foro competente nei giudizi di responsabilità medica.

 

Mirko Faccioli

Il problema della risarcibilità del danno tanatologico fra discrezionalità dell’interprete e teoria dell’argomentazione

Sommario: 1. La vicenda del danno tanatologico. – 2. Gli argomenti favorevoli e contrari alla sua risarcibilità: morte e (lesione della) salute. – 3. (Segue) Il danno tanatologico quale danno-evento. – 4. (Segue) Morte e perdita della capacità giuridica. – 5. (Segue) È più conveniente uccidere che ferire(?) – 6. (Segue) Le funzioni della responsabilità civile. – 7. (Segue) Il richiamo alla coscienza sociale dell’attuale momento storico. – 8. (Segue) I rischi di overcompensation. – 9. Le tendenze del diritto comparato e della Corte europea dei diritti dell’uomo. – 10. Conclusioni: la (non) risolutività dell’argomentazione giuridica e la discrezionalità dell’interprete alla ricerca della (unica?) “soluzione corretta”.

Riccardo Omodei Salè

La responsabilità civile del medico per trattamento sanitario arbitrario

Sommario: 1. Introduzione. – 2. La natura della responsabilità per omessa o insufficiente informazione al paziente. – 3. Il carattere plurioffensivo dell’illecito. – 4. Il danno alla salute. – 5. Il danno da lesione del diritto all’autodeterminazione. – 6. Il c.d. danno “da impreparazione”. – 7. La possibilità di cumulo delle varie tipologie di danno. – 8. I criteri di quantificazione del danno risarcibile.

 

Juan Carlos Boragina-Jorge Alfredo Meza

El daño extrapatrimonial en el nuevo código civil

Sumario: 1. El daño en la responsabilidad civil. – 2. Concepto jurídico de daño en el Código Civil vigente. – 3. El daño moral en el Código actual. Posturas. – 4. Contenido del daño moral. – 5. Los requisitos o recaudos de resarcibilidad. – 6. Carga de la prueba del daño moral. Criterios. Nuestra opinión. – 7. El concepto de daño moral en el nuevo Código. Nuevos legitimados activos. Valoración y cuantificación. Carga de la prueba.

 

Roberto Pomiato

Profili problematici e ricostruttivi in tema di responsabilità da «fatto illecito» del medico

Sommario: 1. La sentenza e il problema. – 2. Il contesto di riferimento. – 3. L’orientamento precedente. Osservazioni sull’accostamento dell’art. 2049 c.c. all’art. 1228 c.c. – 4. Segue. Il ruolo della scelta dell’assistito. – 5. Il medico di base quale ausiliario dell’Ente e l’obbligazione ex lege. – 6. La qualificazione della responsabilità del medico. – 7. Segue: La responsabilità solidale e il contenuto della condotta del medico in rapporto alla prestazione dell’Ente. – 8. Sguardi prospettici.

 

Angela La Spina

Il sistema risarcitorio del danno da sinistro stradale: la tutela garantita e i problemi ancora irrisolti

Sommario: 1. Il sistema risarcitorio del danno da sinistro stradale nel Codice delle assicurazioni private. – 2. Il rapporto tra le procedure stragiudiziali e l’azione giudiziaria. – 3. L’obbligatorietà della procedura di risarcimento diretto nella fase stragiudiziale. – 4. Segue. La non rimborsabilità delle spese legali al vaglio della Consulta. – 5. Segue. I benefici garantiti al danneggiato dal sistema di risarcimento diretto. – 6. La libertà del danneggiato di scegliere il destinatario dell’azione risarcitoria nell’interpretazione costituzionalmente orientata della disciplina. – 7. Segue. I problemi applicativi rimasti insoluti.

 

Gerardo Villanacci

Rilevanza e bilanciamento degli interessi nella qualificazione e quantificazione del danno

Sommario: 1. Il principio di proporzionalità nella misurazione e tutela degli interessi – 2. La rilevanza dell’interesse meritevole nella qualificazione del danno. – 3. I temperamenti alla concezione soggettiva di danno. – 4. L’interesse nella nuova concezione del danno tanatologico.

 

Francesco Mauceri

Al di là di ogni ragionevole dubbio o più probabile che non: note minime sul nesso causale nella responsabilità civile

 

Marcello Maggiolo

La (de)contrattualizzazione della responsabilità professionale

Sommario: 1. L’alternativa tra responsabilità contrattuale ed extracontrattuale del professionista. – 2. Responsabilità contrattuale e contratto. Le teorie. – 3. Responsabilità contrattuale e buona fede. Le teorie. – 4. Importazione delle teorie. – 5. Le ragioni dell’importazione: la prospettiva del danneggiato. – 6. Segue. La prospettiva del professionista danneggiante. – 7. Conclusioni.

Aída Kemelmajer de Carlucci

Breves reflexiones sobre los mal llamados “daños punitivos” en la jurisprudencia argentina y el fallido intento de su incorporación en el código civil y comercial de 2014

Sommario: 1. Preliminares. La normativa. – 2. La jurisprudencia publicada. – 3. La prueba incorporada. – 4. Tipo de procedimiento en el que se discute el derecho del consumidor. – 5. Legitimación de las asociaciones. – 6. La aplicación de la ley en el tiempo. – 7. La determinación de los montos (por el actor, al demandar y por el juez, al dictar sentencia). – 8. La fallida incorporación de las sanciones pecuniarias disuasivas al proyecto de código civil y comercial de la nación. A) Preliminares. Fundamentos de la solución; B) Puntualización de algunos aspectos; C) Posición de la doctrina frente a los textos proyectados, posteriormente suprimidos; D) La supresión de la norma y el mantenimiento del art. 52 bis de la ley de protección de los consumidores. – 9. Reflexión de cierre.

 

Clara Matranga

Tutela del passeggero, contratto assicurativo e clausole di guida esclusiva: una lettura evolutiva della r. c. auto

Nota a Cassazione civile, Sez. III, 30 agosto 2013, n. 19963

 

Carlo Rusconi

Minore età e responsabilità dei genitori e degli insegnanti

Sommario: 1. Famiglia e responsabilità civile al crocevia. – 2. Dalla responsabilità per colpa alla responsabilità oggettiva: l’art. 2048 c.c. – 3. Minore età e capacità di agire. – 4. Lineamenti comuni della responsabilità dei genitori e degli insegnanti. – 5. Responsabilità dei genitori e concezione della famiglia. – 6. Segue. Culpa in educando e culpa in vigilando come ragioni di addebito. – 7. La responsabilità degli insegnanti. – 8. Segue. L’estensione della figura del precettore. Critica. – 9. Segue. L’obbligazione senza prestazione come categoria di riferimento per il danno autocagionato.

 

Agnese Querci

Le evoluzioni della responsabilità sanitaria, fra Riforma Balduzzi e novità giurisprudenziali

Sommario: 1. Intorno alla nullità virtuale del contratto. Vaghezza della formula “norma imperativa”. - 2. La situazione giurisprudenziale con riguardo alla responsabilità del medico e della struttura sanitaria prima della Riforma Balduzzi.. - 3. I diversi disegni di legge che hanno preceduto l’emanazione della Legge Balduzzi. - 4. L’intervento della riforma Balduzzi. - 5. Le diverse interpretazioni giurisprudenziali e dottrinali sul regime di responsabilità medica individuato dalla Riforma. - 6. Le linee guida e le buone pratiche accreditate al vaglio della Cassazione penale. - 7. Il problema della retroattività della Riforma Balduzzi ed i relativi dubbi di costituzionalità. - 8. Gestione e monitoraggio del rischio sanitario. - 9. Gestione del rischio ed assicurazione. - 10. Conclusioni. De iure condendo, i nuovi disegni di legge in materia di responsabilità sanitaria.

 

Elisabetta Villa

Negligenza diagnostica e tutela risarcitoria del nato malformato

Nota a Cassazione civile, Sez. III, 2 ottobre 2012, n. 16754

 

Carlo Granelli

La responsabilidad civil en  el  ejercicio de actividades  deportivas:
la  experiencia  italiana

Sommario: 1. Premisa: la explosión, en las últimas décadas, de la tutela resarcitoria extracontractual en el derecho italiano. - 2. La responsabilidad por eventos dañosos que se hayan producido en ocasión del ejercicio de actividades deportivas:  primeras distinciones necesarias. - 3. La responsabilidad por los daños ocasionados por quien practica una actividad deportiva a otros participantes en la misma actividad: premisa. - 4. Sigue: la “eximente” constituida por el ejercicio de la actividad deportiva. - 5. Sigue: límites de operatividad de la “eximente” constituida por el ejercicio de la actividad deportiva. - 6. La responsabilidad por los daños provocados a terceros por quien practica una actividad deportiva. - 7. La responsabilidad de los organizadores de eventos deportivos.

 

Alessandro Mannocchi

“L’Art. 96, 3° comma, c.p.c., costituisce un’ipotesi di punitive damages? Of course!”
Nota a Tribunale Civile di Roma, Sez. III, Sentenza 28 maggio 2013, n. 11676

Sommario: 1. La sentenza del Tribunale Civile di Roma n.11676/2013. - 2. Natura dei danni punitivi. - 3. I punitive damages negli U.S.A. - 4. La funzione del risarcimento del danno nel diritto italiano. - 5. La sentenza della Cassazione n.1183/2007. - 6. Sussulti della giurisprudenza di merito. Il “caso Bitonto”. - 7. La lite temeraria. - 8. L’art. 96 c.p.c. ante riforma del 2009. - 9. L’art. 96 c.p.c. dopo la riforma. L’avvento del danno punitivo in Italia. - 10. Alcuni (superabili) profili critici. - 11. Conclusioni.