home / Archivio / Fascicolo / L´intelligenza artificiale antropocentrica: limiti e opportunità

indietro stampa articolo indice fascicolo pdf articolo pdf fascicolo


L´intelligenza artificiale antropocentrica: limiti e opportunità

Sara Tommasi

Il saggio parte dall’analisi degli ormai numerosi documenti europei sulla c.d. Intelligenza artificiale antropocentrica ed evidenzia l’eccessivo ricorso ai media della comunicazione simbolicamente generalizzati. A fronte di una realtà complessa e in continua evoluzione, si propone di evitare una visione basata sull’idea che i sistemi di IA possano essere “umanizzati”, in particolare richiamando l’attenzione sul fatto che l’Intelligenza artificiale è in grado di fare scelte soltanto sul piano quantitativo. Si critica l’idea di un’Intelligenza artificiale antropocentrica se intesa nel senso che i sistemi di IA siano strumento a servizio soltanto della persona umana e non anche degli altri esseri viventi. Si propone di legare la “centralità” dell’uomo all’attività che si sostanzia nel “sorvegliare” ciò che lui stesso crea, e dunque anche i sistemi di IA, orientandone lo sviluppo in una direzione qualitativamente elevata e inclusiva.

Human-centric artificial intelligence: limits and opportunities

The essay starts from the analysis of the now numerous European documents on the so-called Human-centric artificial intelligence and highlights the excessive use of symbolically generalized communication media. Faced with a complex and constantly evolving reality, it aims to avoid a vision based on the idea that AI systems can be "humanized", in particular by drawing attention to the fact that artificial intelligence is able to make choices only on a quantitative level. The idea of anthropocentric artificial intelligence is criticized if understood in the sense that AI systems are tools at the service of humans only and not also of other living beings. Here we propose the link between the "centrality" of man with the activity that in the form of "human overseeing” of what he himself creates, and therefore also AI systems, orienting their development in a qualitatively high and inclusive direction.

Sara Tommasi - L’intelligenza artificiale antropocentrica: limiti e opportunità

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio