JUS CIVILE
Rivista a cura di Rosalba Alessi, Carmelita Camardi, Massimo Confortini, Carlo Granelli, Mario Trimarchi
home

Nunzio De Salvo

Compossesso di bene condominiale ed onere delle prova
Cass. civ., sez. II, 24 agosto 2015, n. 17072

Sommario: 1. Il caso. – 2. Il compossesso tra comunione e possesso. – 3. Il compossesso come concorso di plurimi possessi sul medesimo bene. – 4. La tutela possessoria nell’ambito del compossesso titolato. – 5. L’apparente alterazione dell’onere probatorio da parte della Cassazione per il possesso di bene condominiale che fornisce un’utilità oggettiva.

 

Marcello Maggiolo

La scuola patavina di Luigi Carraro

 

Laura Miccoli

Tra public and private enforcement: il valore probatorio dei provvedimenti dell’AGCM alla luce della nuova direttiva 104/14 e del D.lgs. 3/2017

Sommario: 1. Alcune premesse metodologiche. – 2. La necessità del cambiamento: alcuni casi pratici. 2.1. Il caso SKY c. Conto TV S.R.L: la netta differenza tra l’attività pubblicistica dell’AGCM e le finalità privatistiche del giudizio risarcitorio civile. – 2.2. Cartel Damage Claims: verso la convergenza tra public e private enforcement. – 3. Il punto di incontro tra public and private enforcement. L’art. 9 e la disciplina di recepimento, il D.lgs. 3/2017. – 4. Estensibilità delle censure mosse nel caso Grande Stevens al procedimento innanzi all’Agcm. – 5. Possibilità di sanatoria dei vizi riscontrabili nelle sanzioni irrogate dall’AGCM e, in caso contrario, rilevanza ai fini dell’applicabilità dell’art. 7 del D.lgs. 3/17.

 

Roberta Aluffi, Magda D’Amelio, Susanna Marta

L’applicazione del regolamento Bruxelles II bis nella pratica giudiziaria italiana

Sommario: 1. Una presentazione della ricerca. – 2. Usi e disciplina terminologica. – 3. L’esame della giurisprudenza. – 3.1. Le decisioni che fanno applicazione del regolamento. – 3.2. Casi di applicazione problematica del regolamento. – 4. Le decisioni che non fanno applicazione del regolamento. – 5. Alcune questioni particolari.

 

Roberta Montinaro

La tutela del consumatore nei contratti di garanzia personale

Sommario: 1. Introduzione. – 2. L’ambito di applicazione della disciplina di tutela del consumatore ed i contratti di garanzia personale. – 3. La posizione della giurisprudenza italiana. - 4. (segue) L’accessorietà della fideiussione. - 5. (segue) Il fideiussore nella veste di contraente debole. - 6. La posizione della giurisprudenza europea. - 7. Conclusioni.

 

Tommaso Auletta

I rapporti personali tra uniti civilmente

Sommario: 1. Considerazioni generali. – 2. Il cognome dell’unione. – 3. I doveri della coppia unita civilmente e delle coppia coniugata nel quadro delle differenze fra unione civile e matrimonio. – 4. Dovere di fedeltà. – 5. Assistenza morale e materiale, collaborazione, contribuzione ai bisogni comuni. – 6. Coabitazione. – 7. L’indirizzo di vita familiare. – 8. Attuazione dell’indirizzo di vita. – 9. Unione civile e famiglia.

 

Roberta Aluffi e Raffaele Sabato

Mobilità transfrontaliera e contenzioso civile: coppie e genitorialità nello spazio giudiziario europeo. Una ricerca in corso Sull’applicazione del regolamento “Bruxelles II bis”

Sommario: 1. Le ragioni della ricerca. – 2. Le caratteristiche specifiche.– 3. La matrice interprofessionale. – 4. La dimensione transfrontaliera. – 5. La metodologia «sul campo». – 6. I primi risultati.

 

M.ª Natalia Mato Pacín

El contrato de servicios bancarios: las cláusulas suelo en los contratos de préstamo hipotecario

Sommario: 1. El punto de partida. – 2. La sentencia del Tribunal Supremo de 9 de mayo de 2013. – 2.1 Sobre la naturaleza de las cláusulas suelo. – 2.2 Sobre el control de transparencia al que están sometidas las cláusulas que definen el objeto principal del contrato. – 2.2.1 No es suficiente superar el control de incorporación ni cumplir con la normativa sectorial bancaria. – 2.2.2 ¿Criterios para superar el control de transparencia reforzado? – 2.2.3 Estructura y naturaleza del control de las cláusulas que definen el objeto principal del contrato. – 2.3 Sobre las consecuencias de la nulidad de las cláusulas suelo. – 2.4 Sobre el enjuiciamiento de la transparencia de las cláusulas suelo y de los efectos de su nulidad a través de una acción colectiva de cesación. – 3. El control de las cláusulas suelo en contratos entre empresarios. 4. Recapitulación: una cláusula y un sinfín de incógnitas.

 

Francesca Romeo

La nullità strutturale della donazione di cosa altrui

Sommario: 1. Il caso e la soluzione della Corte. – 2. Il dibattito dottrinale e giurisprudenziale. La tesi della nullità per violazione diretta o per applicazione analogica dell’art. 771 c.c. – 2.1 (Segue) La tesi dell’inefficacia. – 3. La scelta adottata: la nullità per assenza di causa. – 4. I profili di criticità. L’inammissibilità dell’atto dispositivo della c.d. quotina. – 4.1 (Segue) Il nesso tra la possibilità dell’oggetto e la realizzabilità della causa. – 4.2 (Segue) I margini di validità dell’atto dispositivo di res aliena: la donazione obbligatoria. – 4.3 (Segue) La declaratoria di nullità dell’intero atto donativo. – 5. Conclusioni.

 

Emanuele Navarretta

La scuola pisana e il metodo civilistico

Sommario: 1. I tratti generali della scuola pisana. – 2. La breve, ma intensa, permanenza di Gino Gorla e di Giorgio Giampiccolo. – 3. Il radicamento pisano di Ugo Natoli e il formarsi della scuola intorno ai principi costituzionali e alle clausole generali. – 4. Fra interessi e tutele il pensiero di Lina Bigliazzi Geri e di Francesco Busnelli. – 5. Da Francesco Busnelli a Umberto Breccia “la ricerca della via del ritorno al diritto”.

 

Alessandro Ciatti

La scuola civilistica torinese

Sommario: 1. Precisazioni terminologiche. – 2. La figura di Mario Allara. – 3. Gli allievi di lui.

 

Giovanni Furgiuele

“Vicende fiorentine”: da Giovanni Brunetti ad Enrico Finzi e, infine, a Salvatore Romano e al suo “ordinamento sistematico del diritto privato”

 

Mario Trimarchi

La Scuola messinese e l’ultimo corso di lezioni di Salvatore Pugliatti

Sommario: 1. Il fondatore della Scuola messinese: Salvatore Pugliatti. – 2. “Diritto civile e diritto amministrativo”: l’ultimo corso di lezioni di Salvatore Pugliatti e la scelta del metodo storico. – 3. L’età antica: il diritto romano e l’origine degli istituti civilistici. – 4. L’età medioevale: da Giustiniano, ai Commentatori e al diritto comune. – 5. L’età moderna: le grandi codificazioni e la Costituzione. – 6. Conclusivamente: il diritto civile è la Sua Storia. – 7. Il rapporto tra diritto civile e diritto amministrativo. – 8. L’attualità della lezione pugliattiana.

 

Alessio Zaccaria

“Contatto sociale” e affidamento, attori protagonisti di una moderna commedia degli equivoci

Sommario: 1. Premessa. – 2. Il concetto di “contatto sociale”. – 3. Il contatto “negoziale”. – 4. I contatti sociali simili ai contatti negoziali. – 5. I contatti sociali diversi sia dai contatti negoziali sia dai contatti simili a questi ultimi. – 6. La teoria della Vertrauenshaftung. – 7. Quali comportamenti concludenti tipizzati possono essere inquadrati anche “contatti sociali”?

 

Francesco Donato Busnelli

Il diritto della famiglia di fronte al problema della difficile integrazione delle fonti

Sommario: 1. Tornare a Messina. Ricordi, sentimenti, messaggi. – 2. Le “architetture costituzionali”: un unicum nel panorama delle Costituzioni europee. – 3. Le prime avvisaglie del processo di disgregazione. – 4. Iden-tità costituzionale della famiglia e diritti fondamentali dell’Unione europea. – 5. La tendenziale anti-nomia dei relativi principi e il difficile “dialogo delle Corti”. – 6. Nuovi movimenti ideali e spinte evo-lutive della giurisprudenza: a) “Convivere come coniugi”. – 7. b) “Matrimonio, matrimoni”. – 8. c) “Best interests of the child” . – 9. d) “Diritto alla genitorialità”, “Birth power” , “Freedom of choice” . – 10. Le leggi di riforma: a) la c.d. riforma della filiazione e i problemi ancora aperti. – 11. b) La tutela legislativa dei diritti delle “nuove coppie” e l’idea del “rammendo delle periferie”. – 12. Verso il futuro. Il “rammendo” come strumento di possibile integra-zione delle fonti o come primo passo verso il superamento dell’identità costituzionale?

 

Giuseppe Vettori

Il diritto ad un rimedio effettivo nel diritto privato europeo

Sommario: 1. Il pensiero posmoderno e la sensibilità per le differenze. – 2. La giurisprudenza delle Corti italiane ed europee. – 3. La Drittwirkung dei diritti fondamentali – 4. L’effettività nel linguaggio giuridico e nel dibattito filosofico. – 5. Certezza e prevedibilità. Altre figure di certezza.

 

Giovanni Iudica

La buona fede nel contratto d’appalto

 

Natalino Irti

Sulla “positività ermeneutica” (per Vincenzo Scalisi)

Sommario: 1. La generazione e la domanda fondamentale. – 2. Due significati di “valore”. – 3. La meta-positività. – 4. All’interno della positività: indirizzo linguistico. – 5. Idem: indirizzo fattuale; una pagina di Vin-cenzo Scalisi. – 6. Interpretazione come posizione di norma. – 7. La “positività ermeneutica”. – 8. La figura unitaria di Vincenzo Scalisi.

 

Enrico Quadri

“Convivenze” e “contratto di convivenza”

Sommario: 1. Le “convivenze” ed il “contratto di convivenza” nella sistematica della legge n. 76 del 2016. – 2. De-finizione della situazione di “convivenza” e sue problematiche conseguenze, anche alla luce del “dirit-to vivente” in materia. – 3. La disciplina del “contratto di convivenza” nel suo rapporto con quella concernente le “convivenze”. – 4. Contenuti del “contratto di convivenza”. – 5. Problematicità del re-gime pubblicitario del “contratto di convivenza”.

 

Jacopo Alcini

Le frontiere della contrattazione on line

Sommario: 1. Vendite aggressive ed innovazione tecnologica. – 2. Il contratto telematico: volontà ed accordo in rete. – 3. I contratti preliminari all’esercizio dell’attività commerciale telematica. – 4. I contratti pub-blicitari su internet ed il contratto di fornitura di software in rete.

 

Giuseppe Vettori

La giurisprudenza come fonte del diritto privato

Sommario: 1. Il problema. – 2. Le posizioni della dottrina. – 3. Diritto privato e principio di divisione dei poteri. – 4. Ermeneutica e dogmatica nel diritto giurisprudenziale. Uno sguardo al presente. – 5. L’uso corretto dei principi. La giustizia come principio retorico. – 6. L’effettività come principio valutativo, integrativo e correttivo.

 

Massimo Franzoni

La Scuola Bolognese

Sommario: 1. Bologna e lo Studium. – 2. I tempi più recenti. – 3. Contratto e impresa come ulteriore tappa nella storia della Scuola. – 4. La nuova lex mercatoria.

 

Luca Nivarra

Il diritto civile a Palermo: eccezione o paradigma?

 

Alberto Maria Benedetti

Antichi e moderni a confronto. Una storia del diritto civile a Genova

Sommario: 1. Il diritto civile a Genova: i due periodi. – 2. Il periodo arcaico (1885-1964): Cesare Cabella e Paolo Emilio Bensa. – 3. (Segue). Filippo Vassalli e i suoi allievi. – 4. Il periodo moderno: la scuola di Stefano Rodotà. – 5. Moderni o «modernisti»? La «vocazione civile», fil rouge dei due periodi.

 

Luigi Pellecchi

La costruzione retorica della sentenza

 

Michele Lobuono

La civilistica nella facoltà giuridica barese: metodi e tematiche

Sommario: 1. Una breve premessa storica. – 2. Gli inizi. – 3. Il secondo dopoguerra. – 4. La stagione attuale. – 5. Brevi note conclusive.

 

Carlo Granelli

Il c.d. “parto anonimo” ed il diritto del figlio alla conoscenza delle proprie origini: un caso emblematico di “dialogo” fra Corti
Cassazione civile, Sez. I, sent. 09 novembre 2016, n. 22838 e Cassazione civile, Sez. I, sent. 21 luglio 2016, n. 15024

Sommario: 1. Il quadro normativo. – 2. Il “dialogo” tra le Corti. – 3. Considerazioni sparse.

 

Valeria Restuccia

La nullità della clausola simulatoria del canone di locazione
Cassazione, SS.UU., 17 settembre 2015, n. 18213

Sommario: 1. Premessa. – 2. Il problema: la validità dell’accordo simulatorio sul canone. – 3. La ratio della decisione e le novità introdotte dalla L. n. 208/2015. – 4. Causa concreta del contratto e abuso del diritto.

 

Salvatore Monticelli

Scuole e luoghi del pensiero civilistico italiano: giuristi, metodi, tematiche. La scuola napoletana

 

Aurelio Gentili

Scuole e luoghi del pensiero civilistico italiano: giuristi, metodi, tematiche. La scuola romana?

 

Carlo Granelli

I civilisti della facoltà giuridica pavese nel XX secolo

 

Roberto Senigaglia

Per un’«ermeneutica del concetto di causa»: solidarietà “orizzontale” e contratto

Sommario: 1. Il faticoso approccio alla causa del contratto. – 2. Contratto e solidarietà: alla ricerca di una “sistemazione”. – 3. L’atto gratuito atipico non oneroso tra topica e sistematica. – 4. La meritevolezza dell’interesse e dello scopo di solidarietà. – 5. L’obbligazione naturale come causa del contratto.

 

Dianora Poletti

Il contratto d’opera intellettuale ancora alla ricerca di identità

Sommario: 1. Il contratto d’opera intellettuale al tempo delle riforme. – 2. I tratti descrittivi (e distintivi) del contratto d’opera intellettuale nella riflessione odierna. – 3. Segue. Il barocco sistema delle fonti del contratto. – 4. Pluralità di statuti professionali e disciplina generale del contratto d’opera intellettuale. – 5. Compenso professionale e decoro. – 6. Il necessario ripudio di opposti estremismi.

 

Antonio di Biase

La responsabilità civile del dottore commercialista nella prassi operativa

Sommario: 1. Rilievi introduttivi: pluralità di funzioni e differenti “statuti” di responsabilità del commercialista. – 2. Una questione preliminare: il problema della prova e dell’ampiezza del mandato professionale. – 3. La responsabilità derivante da attività di rappresentanza dinnanzi alle Commissioni Tributarie: dalla “ragionevole probabilità” al problema della quantificazione del danno. – 4. La responsabilità derivante da errore nella compilazione dei redditi e nella tenuta delle scritture contabili ed il problema del concorso colposo del cliente. – 5. Gli obblighi informativi e la responsabilità civile.

 

Federica Girinelli

L’accertamento di una pratica commerciale scorretta: il doppio binario rimediale del public and private enforcement

Sommario: 1. Le pratiche commerciali scorrette. – 1.1 Le pratiche commerciali ingannevoli. – 1.2 Le pratiche commerciali aggressive. – 2. I rimedi di public enforcement. – 3. I rimedi di private enforcement. – 3.1 L’articolo 140 bis Cod. Cons. – 3.2 I rimedi negoziali. – 4. Le prospettive per il futuro: la Direttiva 2014/104/UE. – 5. Conclusioni.

 

Massimo Franzoni

Riflessioni a margine della sentenza sul “diritto a nascere sani”

Sommario: 1. Le nuove parole del diritto. – 2. La tecnica della decisione e la giurisprudenza che crea il diritto. – 3. La tutela dei diritti nei diversi ordinamenti: un diverso modo di intendere il diritto positivo. – 4. La tecnicità del diritto nell’argomentare la decisione. – 5. È opportuno stare dalla parte di chi subisce o dalla parte di chi agisce?

 

Natalino Irti

Moralità dell'analisi linguistica

 

Carlo Castronovo

L'aporia tra ius dicere e ius facere

 

Giorgio De Nova

La giurisprudenza fonte del diritto?

Sommario: 1. La giurisprudenza della Cassazione fonte di norme sul contratto: limiti oggettivi e soggettivi. – 2. La prevedibilità delle future decisioni giudiziarie. – 2.1. Lo stato di informazione. – 2.2. Le convenzioni che influiscono sulla prevedibilità. – 2.2.1. La grande dicotomia: decidere riconducendo il caso alla fattispecie descritta dalla norma, o invece decidere in base a principi che esprimono valori. – 2.2.2. Decidere in base ai precedenti. – 2.3. Una considerazione conclusiva.

 

Carlo Granelli

"La giurisprudenza è fonte di diritto?":
introduzione ad un incontro di studi

 

Luigi Buonanno

Rilievi civilistici in tema di responsabilità del legislatore da atto normativo

Sommario: 1. Premesse. – 2. Sulla configurabilità della responsabilità, ex art. 2043 cod. civ. – 3. L’ipotesi alternativa della responsabilità da inadempimento, ex art. 1218 cod. civ. – 4. I presupposti ell’attività normativa illegittima: irragionevolezza e soglia di tollerabilità. – 5. La responsabilità del legislatore (con le sue conseguenze) nella sentenza 16 aprile 2014, n. 8878 della Corte di cassazione.

 

Mario Barcellona

Un'altra complessità: l'orizzonte europeo e i problemi della causa

Sommario: 1. Il policentrismo delle fonti e l’ordine dal disordine: il sistema e l’epistemologia della complessità. – 2. Una complessità latente: le fonti informali, l’incubazione di un orizzonte alternativo, la rottura del circolo ermeneutico e l’oblio del senso istituito. – 3. L’orizzonte europeo e il declino della causa negoziale. – 4. La causa negoziale come garanzia della corrispondenza tra l’ordine simbolico della volontà e l’ordine simbolico del mercato. – 5. La soppressione della causa e il problema dell’ordine mercantile mutilato. – 6. Il contratto senza causa, un mercato svincolato dalla logica mercantile e l’egemonia dell’economia finanziaria.

 

Salvatore Mazzamuto

Il contratto: verso una nuova sistematica?

 

Mariella Lamicela

Difetto di corrispettività e causa del contratto: le ragioni di una distinzione necessaria
Cassazione civile, I sezione, 4 novembre 2015, n. 22567

Sommario: 1. – Le questioni sollevate dalla sentenza della Suprema Corte. – 2. Cenni sulla funzione normativa del requisito essenziale della causa. – 3. Gli equivoci legati alla valorizzazione del “concretamente voluto” dalle parti nell’indagine circa la causa del contratto.

 

Marcos M. Cordoba

Influencia y recepción de soluciones europeas en el Código Civil Y Comercial Argentino

 

Carlos De Cores Helguera

Sulla teoria generale del contratto

 

Nicolò Lipari

Dottrina e giurisprudenza quali fonti integrate del diritto

Sommario: 1. Dottrina e giurisprudenza come fonti del diritto nell’ottica tradizionale. La posizione di Capograssi. – 2. Dottrina e giurisprudenza nell’esperienza contemporanea. L’assottigliarsi delle differenze. La funzione decisiva del principio di ragionevolezza. Dallo jus positum allo jus in fieri. L’integrazione tra dottrina e giurisprudenza. – 3. La ricerca di una prevedibilità degli esiti al di là della certezza. La funzione di dottrina e giurisprudenza nell’ottica della c.d. comunità interpretativa. La loro reciproca interazione. – 4. Il nuovo significato dell’intuizione di Capograssi. La comunità interpretativa e il rapporto diritto-morale. La funzione stabilizzatrice di un processo interpretativo integrato. La coppia dottrina-giurisprudenza quale fonte esclusiva del diritto.

 

Antonio Gambaro

Consonanze e dissonanze nelle fonti dell’istituzione proprietaria

Sommario: 1. Premesse. – 2. Alcuni postulati. – 3. Il quadro delle principali differenze testuali del blocco costituzionale italiano ed europeo in tema di proprietà. – 4. Gli intrecci tra proprietà costituzionale e proprietà civilistica. – 5. Consonanza e dissonanza tra proprietà civilistica e proprietà costituzionale nel quadro delle costituzioni flessibili. – 6. Le traslazioni di senso tra fonti “civilistiche” e fonti costituzionali nell’ambito delle costituzioni rigide. – 7. Convergenze tra modelli costituzionali apparentemente diversificati. – 8. Consonanze di approcci, temi e problemi: alcune sottolineature. – 9. La dissonanza della Corte EDU.

 

Mariella Lamicela

Correttezza e leale cooperazione tra contraenti in alcune norme di recente adozione. Spunti per una chiave di lettura dell’attuale evoluzione del diritto dei contratti

Sommario: 1. Correttezza e leale cooperazione: dalla valorizzazione in chiave rimediale alla valorizzazione in chiave “positiva”. – 2. Il dibattito dottrinario sul rilievo normativo dei contratti d’impresa. – 3. Segue. Asimmetria di potere contrattuale e buona fede nella riflessione dottrinaria sui contratti d’impresa. – 4. Segue. I contratti d’impresa nella prospettiva del paradigma della regolazione giuridica del mercato. La categoria concettuale del “terzo contratto”. – 5. La differenziazione della disciplina dei contratti d’impresa per tipologie soggettivamente connotate: osservazioni critiche. – 6. Dalla differenziazione della disciplina dei contratti d’impresa per tipologie soggettivamente connotate al rilievo normativo assegnato alla qualità oggettiva delle condotte negoziali dei contraenti. – 7. La qualità delle condotte negoziali ed extranegoziali degli operatori di mercato. I nuovi poteri di intervento attribuiti all’AGCM. – 8. Qualche considerazione conclusiva sulla lettura proposta della più recente evoluzione del diritto dei contratti.

 

Thomas M.J. Möllers

TTIP and Investment Law – A Way Forward?

Sommario: I. Introduction. – II. What is TTIP? – 1. What exactly is TTIP? – 2.TTIP – what is new? – 3. Who are the competent bodies? a) EU; b) Ratification by EU member states; c) USA. – III. Opportunities and Risks. – 1. Opportunities: a) Supporters; b) What are the Benefits? – 2. Risks: a) Opponents; b) What are the risks? – IV. Hazards. – 1. Eroding Standards in Consumer and environmental safety: a) Scope of Application; b) Infringement; c) Justification of Restrictions; d) Principle of Proportionality. – 2. Procurement. – 3. Investment Protection, especially ISDS: a) What is arbitration and how is it designed in TTIP? b) Major Criticisms of ISDS; aa) Chill effect; bb) Lack of Transparency; c) Why is arbitration necessary? d) What are the advantages of an ISDS system? e) Are investment rules still contemporary? – V. Does TTIP still stand a chance? – TTIP light.

 

Romana Pacia

Unioni civili e convivenze

Sommario: Premessa. – I. Unioni civili. – 1. Diversità dal modello matrimoniale. – 1.1. Unione civile come atto. – 1.2. Unione civile come rapporto. – 1.3. Segue: adozione. – 2. Cessazione dell’unione civile. – II. Convivenze. – 1. Presupposti. – 1.1. Segue: assenza di vincolo coniugale. – 2. Profili incoerenti della disciplina. – 2.1. Diritti e poteri del convivente in ambito sanitario. – 2.2. Impresa familiare. – 2.3. Morte per atto illecito altrui. – 3. Diritti sulla “casa di comune residenza”. – 3.1. Morte del convivente proprietario. – 3.2. Morte o recesso del convivente conduttore. – 3.3. Termine di preavviso nel rilascio della casa familiare. – 4. Contratto di convivenza. – 4.1. Rapporto con altre previsioni. – 4.2. Contenuti e pubblicità. – 4.2. Natura giuridica. – 4. Cessazione della convivenza. – 5. Conclusioni.

 

Umberto Breccia

Aperture e atipicità delle fonti dei rapporti obbligatori

Sommario: I. Messina nel grande libro del diritto. – 1. Senso della storia. Continuità e discontinuità. – 2. Analisi critica e ricostruttiva nella piena percezione dei mutamenti. – 3. Identità della conoscenza giuridica e influenze sul diritto della cultura comprensivamente intesa. – 4. Monismi, dualismi, pluralismi: tensioni dialettiche mobili piuttosto che rigide opposizioni. – 5. Forma e materia del diritto. Quid ius e quid iuris. Rechtsgrund (trascendentale; fattuale; assiologico). – 6. Dalla (dis)continuità all’irradiazione in molteplici direzioni. – 7. Riepilogo. – II. Profili vecchi e nuovi del diritto privato in trasformazione. – 8. Osservazioni nell’area “classica” delle obbligazioni. Significati di “ordinamento giuridico”. – 9. Dalla centralità del “diritto generale delle obbligazioni” (“il più antico rapporto tra persone che ci sia”) al traumatico ruolo odierno del “debito”. La finanza del mondo e l’universale condizione dei debitori con e senza sovranità. Resistenze di un’alterità antropologica occultata: tanto improbabili quanto urgenti? – III. Ragioni delle relazioni umane e ragioni dell’ordinamento fra passato e futuro. – 10. Individuazione e delimitazione dell’area delle fonti delle obbligazioni diverse dai contratti e dai fatti illeciti. “Conversione di un fatto storico e concreto in fonte di obbligazione”? – 11. Principio di effettività e principio della massima aderenza della materia alla forma giuridica. – 12. Ripensamenti dei rapporti in termini di teoria generale. Dal “possesso dei diritti” al lungo cammino delle unioni affettive non fondate sul matrimonio. Rilevanza dei “doveri morali o sociali” e della giusta causa delle attribuzioni patrimoniali. – 13. Conformità dell’ordinamento fra crisi della fattispecie e messa in discussione del sistema: dalla piramide alla rete; dall’ordine del territorio all’extra ordinem sconfinato. –14. Senso di un richiamo rinnovato al postulato dell’ordinamento-sistema come apertura non manipolabile in assoluto. – 15. Analisi emblematica del paradigma del “contatto sociale qualificato”. Linea di un pensiero. Aggiornamenti sull’indirizzo giudiziale prevalente. – 16. Ruolo sistematico che è stato attribuito, non senza perduranti contrasti, alla culpa in contrahendo. – 17. Ritorno a una riflessione più ampia sui rapporti giuridici. – 18. Relazione interpersonale e compatibilità con il diritto-ordinamento. – 19. Forma e limite del diritto nell’apparente evanescenza delle fattispecie e degli ordini sistematici. – 20. Pagine del “grande libro del diritto” scritte a Messina: in una “continua discontinuità”.

 

Carmela Robustella

La dibattuta questione della rilevanza degli interessi di mora ai fini dell’applicazione della disciplina antiusura

Sommario: 1. La vicenda. – 2. La vexata quaestio dell’estensione del limite dei tassi soglia anche agli interessi di mora. – 3. La distinzione funzionale tra interessi moratori e interessi corrispettivi. – 4. La ratio della fattispecie delittuosa di usura. – 5. L’esclusione delle operazioni classificate “in sofferenza” dal computo dei Tassi globali medi: le Istruzioni della Banca d’Italia. – 6. Segue: il controverso valore vincolante delle Istruzioni della Banca d’Italia. 7. Interessi di mora ed usura alla luce della l. n. 162/2014.

 

Federica Falconi

I regimi patrimoniali delle coppie internazionali: due recenti proposte dell’Unione Europea

Sommario: 1. Osservazioni introduttive. – 2. La genesi delle proposte parallele che istituiscono una cooperazione rafforzata in tema di regimi patrimoniali. – 3. Questioni definitorie: le nozioni di matrimonio, unione registrata, regime patrimoniale tra coniugi, ed effetti patrimoniali delle unioni registrate. – 4. La valorizzazione della volontà delle parti come principale criterio di collegamento. – 5. I criteri di collegamento oggettivi per l’individuazione del diritto applicabile in mancanza di scelta. – 6. Riflessioni conclusive circa l’impatto della futura disciplina uniforme sulla normativa italiana (art. 30 della l. n. 218/1995).

 

Maria Rosaria Lenti

La provenienza donativa e il precario equilibrio tra tutela dei legittimari e certezza dei traffici giuridici

 

Vincenza Cinzia Meccola

Responsabilità sanitaria e foro del consumatore
Cassazione civile, Sez. VI, 24 dicembre 2014, n. 27391 (ord.)

Sommario: 1. Il fatto. – 2. L’impatto della legge Balduzzi sul sistema della responsabilità civile in ambito sanitario. – 3. Le conseguenze della perdurante qualificazione della responsabilità del medico dipendente come contrattuale, con particolare riferimento all’onere della prova. – 4. Natura del rapporto intercorrente fra struttura sanitaria e paziente. – 5. L’individuazione del foro competente nei giudizi di responsabilità medica.

 

Leonardo Lenti

La nuova disciplina della convivenza di fatto: osservazioni a prima lettura

Sommario: 1. La discussione sulla nuova legge. – 2. Qualche osservazione preliminare. – 3. Che cosa si intende per convivenza. – 3.1. I «legami affettivi di coppia». – 3.2. La stabilità. – 3.3. I legami di «reciproca assi-stenza morale e materiale. – 3.4. L’assenza di vincoli familiari (matrimonio, unione civile, parentela, affinità, adozione). – 4. L’assistenza reciproca non patrimoniale. – 4.1. Le leggi penali in senso lato. – 4.2 I ricoveri ospedalieri. – 4.3. La designazione del rappresentante in materia sanitaria. – 4.4. L’amministrazione di sostegno e l’interdizione. – 5. I diritti di contenuto patrimoniale. – 5.1. I diritti sulla casa familiare in seguito alla morte del convivente. – 5.2. La convivenza ai fini dell’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica. – 5.3. La partecipazione all’impresa familiare. – 5.4. Il diritto al risarcimento del danno. – 5.5. Il diritto agli alimenti.

 

Mirko Faccioli

Il problema della risarcibilità del danno tanatologico fra discrezionalità dell’interprete e teoria dell’argomentazione

Sommario: 1. La vicenda del danno tanatologico. – 2. Gli argomenti favorevoli e contrari alla sua risarcibilità: morte e (lesione della) salute. – 3. (Segue) Il danno tanatologico quale danno-evento. – 4. (Segue) Morte e perdita della capacità giuridica. – 5. (Segue) È più conveniente uccidere che ferire(?) – 6. (Segue) Le funzioni della responsabilità civile. – 7. (Segue) Il richiamo alla coscienza sociale dell’attuale momento storico. – 8. (Segue) I rischi di overcompensation. – 9. Le tendenze del diritto comparato e della Corte europea dei diritti dell’uomo. – 10. Conclusioni: la (non) risolutività dell’argomentazione giuridica e la discrezionalità dell’interprete alla ricerca della (unica?) “soluzione corretta”.

 

Aldo Petrucci

European Digital Single Market in the perspective of European Legal Tradition

Sommario: 1. The path towards the Proposal for a Regulation on a Common European Sales Law. – 2. Purposes, scope and content of the CESL. – 3. A future European Digital Single Market. – 4. New perspectives of European Contract law and European Legal Tradition: a) Some general remarks. – 5. b) Some specific examples from Parts II, III and IV of CESL.

 

Gilda Ferrando

Le unioni civili. La situazione in Italia alla vigilia della riforma

Sommario: 1. I principi. – 2. Il matrimonio same-sex nella giurisprudenza costituzionale. – 3. Le unioni same-sex in attesa della legge. – 4. I limiti della situazione attuale. – 5. Il progetto di legge all’esame del Parlamento. – 6. Genitori e figli. – 7. Rapporti familiari di fatto e adozione in casi particolari del figlio del partner.

 Oberdan Tommaso Scozzafava

I "beni comuni"

Sommario: Introduzione. – 2. Beni comuni e art. 43 della Cost. – 3. Beni comuni e art. 714 del code. – 4.Beni comuni e proprietà collettiva. – 5. Analisi economica e beni comuni. – 6. Il problema dei beni comuni.

 Mario Bergamo

Diritto di abitazione del coniuge superstite e possesso dei beni ereditari
Cassazione civile, Sez. VI, 16 novembre 2015, n. 23406 (ord.)

 

Salvatore Monticelli

Transazione novativa ed ars notaria

 

Mario Trimarchi

Il disegno di legge sulle unioni civili e sulle convivenze: luci e ombre

 

Riccardo Omodei Salè

La responsabilità civile del medico per trattamento sanitario arbitrario

Sommario: 1. Introduzione. – 2. La natura della responsabilità per omessa o insufficiente informazione al paziente. – 3. Il carattere plurioffensivo dell’illecito. – 4. Il danno alla salute. – 5. Il danno da lesione del diritto all’autodeterminazione. – 6. Il c.d. danno “da impreparazione”. – 7. La possibilità di cumulo delle varie tipologie di danno. – 8. I criteri di quantificazione del danno risarcibile.

 

Pierluigi Matera

La nuova disciplina dei compensi degli amministratori delle società di capitali nel diritto societario spagnolo: prime note e cenni comparatistici

Sommario: 1. Cenni introduttivi. – 2. Ragioni e criticità alla base della riforma della disciplina della remuneración de los administradores nella LSC. – 2.1. Le tradizionali disfunzioni dei sistemi di remunerazione degli amministratori. – 3. Le linee di intervento della Ley 31/2014 sul tema. – 4. Codici di condotta, legislazione speciali e interventi di settore. – 5. Coordinate positive della nuova normativa. – 6. La nuova disciplina generale della remunerazione degli amministratori nelle società di capitali. – 6.1. I criteri di cui al comma 4 dell’art. 217 LSC. – 6.2. I compensi del consejero delegado e per l’attribuzione di funciones ejecutivas. – 7. La remunerazione degli amministratori nella sociedad cotizada. – 8. La remunerazione degli amministratori di società nell’ordinamento italiano tra norma e decisioni giurisprudenziali. – 8.1 La disciplina dei compensi degli amministratori nelle società quotate tra T.U.F. e Codice di autodisciplina. – 9. Considerazioni conclusive.

 

Mª Dolores Romero Sayago

Estudio jurisprudencial sobre la privación de la patria potestad en Derecho Español

Sommario: 1. Introducción. – 2. Previo: algunos conceptos generales. – 2.1. Patria potestad: concepto y regulación en el código civil español. – 2.2. Procedimientos para la privación de la patria potestad. – 2.2.1. Procedimientos civiles: ad hoc y matrimonial. –2.2.2. Procedimientos penales: la inhabilitación de la patria potestad. – 3. Interpretación jurisprudencial de las causas legales de privación de la patria potestad. – 3.1. Por comportamientos que inciden directamente sobre el hijo afectado por la privación. – 3.1.1. Incumplimiento de los deberes inherentes a la patria potestad. – 3.1.2. Enfermedad mental del progenitor. – 3.1.3. Maltrato familiar. – 3.1.4. Delitos sexuales. – 3.1.5. Tentativa de homicidio y asesinato. – 3.2. Como efecto reflejo en determinados comportamientos no perpetrados directamente sobre el hijo afectado por la privación. – 3.2.1. Algunos supuestos. – 3.2.2. Especial referencia al nasciturus. – 3.2.3. Inexistencia actual de descendencia: ¿privación “preventiva” de la patria potestad?. – 3.3. Por causas no imputables directamente al progenitor privado. – 3.3.1. Comportamiento imputable al otro progenitor o a un tercero. – 3.3.2. Comportamiento imputable al propio hijo. – 4. Efectos de la privación de la patria potestad. – 4.1. Efectos personales: derecho de visitas. – 4.2. Efectos patrimoniales. – 4.2.1. Derecho de alimentos. – 4.2.2. Responsabilidad civil de los progenitores privados de la patria potestad. – 4.2.3. Derechos sucesorios: desheredación e indignidad. – 5. Conclusiones.

 

Giancarlo Filanti

Valori, principi, fattispecie