JUS CIVILE
Rivista a cura di Rosalba Alessi, Carmelita Camardi, Massimo Confortini, Carlo Granelli, Mario Trimarchi
home

Emanuela Calpona

Congelamento della pagina Facebook e lesione dei diritti all’identità e all’immagine
Tribunale di Pordenone, 10 dicembre 2018, n. 2139

Sommario: 1. Il caso. – 2. Una pronuncia innovativa. – 3. La giurisprudenza in materia. – 4. La tutela risarcitoria. – 5. Conclusioni.

 

Carolina Leggieri

Concorso di colpa del conducente per il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza da parte del terzo trasportato: una nuova figura di responsabilità oggettiva per il trasporto amichevole?
Cass. civ., Sez. III, 30 gennaio 2019, n. 2531 (ord.)

Sommario: 1. Il fatto. – 2. Breve analisi normativa – 3. Responsabilità del conducente e concorso di colpa del terzo trasportato: giurisprudenza di legittimità e di merito a confronto sulla riduzione del risarcimento…– 4. Segue: …e sull’ordinaria diligenza. – 5. Causalità materiale e colpa omissiva: responsabilità aggravata? – 6. Responsabilità del conducente nel trasporto pubblico e privato (gratuito ed amichevole). – 7. Conclusioni.

 

Mario Trimarchi

Affectio e unitarietà dei doveri di coppia

Sommario: 1. I doveri/obblighi comuni a più o a tutti i componenti il nucleo familiare. – 2. I doveri della coppia costituita da coniugi, uniti civilmente o conviventi. – 3. Il problema dell’inderogabilità delle disposizioni sui doveri familiari di coppia. – 4. Segue. Contribuzione e convivenza. – 5. Segue. Il nucleo unitario e qualificante di valori che fonda un aggregato familiare. – 6. Il canone di unitarietà dei doveri familiari e di coppia.

 

Marco Infusino

La parte “oscura” dell’avvocato: brevi note a margine di un problema ancora irrisolto

Sommario: 1. Premessa. – 2. La figura dell’avvocato: cenni storici. – 3. Il problema della poca chiarezza degli atti defensionali. – 4. Osservazioni conclusive.

 

Matias Mascitti

El azar como límite en el Derecho privado patrimonial

Sommario: 1. El azar y las bases trialistas. – 2. La causalidad, el funcionamiento conjetural y la toma de decisión con relación a la previsibilidad. – 3. El Derecho privado patrimonial y su tutela de lo predictible. – 4. Conclusión.

 

Roberto G. Aloisio

De Littera Forensis

 

Francesca Bertelli

Sulla pretesa irrealizzabilità di effetti traslativi mediante l’atto unilaterale soggetto a rifiuto ex art. 1333 c.c.
Cass. civ., Sez. II, 18 giugno 2018, n. 15997

Sommario: 1. Il caso. – 2. Le argomentazioni della Corte. – 3. La posizione della giurisprudenza sull’asserita incompatibilità dell’art. 1333 c.c. con la realizzazione di effetti traslativi.

 

Thomas M.J. Möllers

How to work with the german Constitution. A contribution towards greater methodical honesty in the dispute between the two senates of the Federal Constitutional Court

Sommario: I. Introduction. A. Constitutional law by the courts. 1. The Federal Constitutional Court. – 2. The non-constitutional court as a constitutional court. – B. Disputed arguments of constitutional law. 1. The imprecise use of the interpretation in conformity with the Constitution by the Federal Constitutional Court. – 2. The triad of constitution ally – orientated interpretation, interpretation in conformity with the Constitution, as well as further development of the law. – II. The constitutionally – orientated interpretation. A. The difference of opinion on the constitutionally – orientated interpretation. – B. The definition of the “constitutionally-orientated interpretation”. – C. The constitutionally – orientated interpretation as a simple weighing up rule in civil law. Two examples shall clarify the area of constitutionally – orientated interpretation. 1. Landlords’ freedom of property versus tenants’ rights. – 2. Encroachment on enterprises versus freedom of opinion. – III. Interpretation in conformity with the Constitution. A. Fundamental questions on the interpretation in conformity with the Constitution. 1. The definitions according to the stipulations of the Federal Constitutional Court. – 2.Priority of the Constitution as a separate interpretation figure. – B. Interpretation in conformity with the Constitution in civil law. – 1. Protection of legal interests and of the general right of personality. – 2. Prevention of excessive restrictions of freedom. – IV. Further development of the law in conformity with the Constitution (“Verfassungskonforme rechtsfortbildung”). – A. The contradictory case – law of the Federal Constitutional Court. – 1. Rejection of a further development of the law in conformity with the Constitution by the Federal Constitutional Court. – 2. Further development of the law in conformity with the Constitution as a legal figure. – B. Groups of cases of permissible further development of the law in conformity with the Constitution. – 1. Teleological reduction. – 2. Protection against manifest fundamental rights violations of the person concerned. – V. Boundaries imposed on the further development of the law by the Constitution (impermissible further development of the law contra legem). – A. Boundaries imposed on the further development of the law in criminal law: the principle of lawfulness. – B. Encroachment on thirdparty fundamental rights constituting a relevant boundary on permissible further development of the law? The dispute between the Constitutional Court Senates. – C. Own view of the further development of the law contra legem in the case of a serious encroachment on third-party fundamental rights. – VI. Conclusion.

 

Andrea Sardini

Il diritto di recesso nella regolazione AGCOM

Sommario: 1. Notazioni preliminari sul mercato delle comunicazioni elettroniche. – 2. Modalità dell’agire del regolatore: l’utilizzo strumentale del contratto e gli effetti sullo stesso. – 3. (Segue): i contratti di utenza e il diritto di recesso come strumento pro-concorrenziale. – 4. (Segue): la sopravvenienza della regolazione autoritativa. – 5. Alcuni interventi del regolatore delle comunicazioni. Il caso della fatturazione a 28 giorni – 6. Le linee guida Agcom in materia di esercizio del diritto di recesso. – 7. Considerazioni conclusive.

 

Ruggero Pupo

Mora e contratto di mutuo: controllo di usurarietà e conseguenze civilistiche

Sommario: 1. Introduzione. – 2. Natura giuridica degli interessi moratori. – 3. Usura e interessi moratori. – 4. Vaglio di usurarietà degli interessi moratori convenzionali. – 5. Conseguenze civilistiche. – 6. Conclusioni.

 

Elena de Carvalho Gomes

Il regime successorio del coniuge e del convivente di fatto nel diritto brasiliano

Sommario: 1. Introduzione. – 2. Il regime successorio del coniuge superstite: la strada verso l’ampliamento dei suoi diritti. – 3. La successione intestata del coniuge superstite alla luce del cod. civ. del 2002. – 4. Profilo storico della convivenza di fatto nel diritto brasiliano. – 5. Il regime successorio del convivente di fatto nel cod. civ. del 2002. – 6. Osservazioni conclusive.

 

Andrea Belvedere

Alcuni aspetti del drafting legislativo

 

Fabrizio Ponzù Donato

L’assegno di mantenimento a beneficio dei figli non è compensabile
Cass. civ., Sez. VI-III, ordinanza 14 maggio 2018, n. 11689

Sommario: 1. Il caso. – 2. La natura alimentare dell’assegno di mantenimento a beneficio dei figli in regime di separazione. – 3. La non compensabilità del credito derivante da assegno di mantenimento dei figli con altri crediti. – 4. Mantenimento nei confronti del coniuge e mantenimento nei confronti del figlio nell’ambito del regime di compensazione dei crediti. – 5. La possibile giustificazione della compensabilità del credito: il riferimento all’entità del contributo.

 

Carmela Robustella

La tutela rafforzata dell’investitore nella MIFID II

Sommario: 1. Gli obiettivi del legislatore europeo. – 2. Know your custmer e Know your product. – 3. Mifid II e valutazione di adeguatezza. – 4. Consulenza finanziaria indipendente e non indipendente. – 5. Mifid II e GDPR.

 

Salvatore Monticelli

Sulla natura “equivoca” della nullità degli atti traslativi di immobili abusivi

Sommario: 1. I termini della quaestio nullitatis rimessi alla interpretazione nomofilattica delle Sezioni Unite. – 2. Le tesi della natura solo “formale/documentale”, e testuale, o anche “sostanziale”, ma virtuale, delle nullità espresse dagli art. 17 e 40 l. 47/85 nonché dall’art. 46 t.u. in materia edilizia. – 3. Verifica e confutazione degli argomenti a sostegno della natura anche “sostanziale” delle nullità in questione. – 4. Segue: la quaestio dell’incidenza delle carenze sostanziali della conformità edilizia sulla validità dell’atto conforme alle prescrizioni formali: analisi e confutazione. – 5. La ulteriore tesi della sussistenza di una nullità formale che presuppone la necessaria corrispondenza del requisito sostanziale al dato dichiarato; analisi e confutazione. – 6. La rilevanza, sotto il profilo interpretativo, di un equo bilanciamento degli interessi coinvolti nella esclusione della ricorrenza di una nullità “sostanziale”. – 7. Nullità “sostanziale” e conseguente incertezza operativa: rilievi conclusivi.

 

Leonardo Lenti

La costituzione del rapporto filiale e l’interesse del minore

Sommario: 1. Una premessa sull’unicità dello stato. – 2. I principi generali della filiazione rilevanti per l’attribuzione e la rimozione dello stato. – 3. La verità biologica. – 4. Le eccezioni alla verità. – 5. La responsabilità per la procreazione e la procreazione responsabile. – 6. La priorità dell’interesse del minore. – 7. La filiazione materna: madre è colei che partorisce. – 8. La filiazione materna: at-tribuzione di diritto e riconoscimento. – 9. La filiazione paterna: la presunzione di paternità. – 10. La filiazione paterna: il riconoscimento tardivo. – 11. La filiazione paterna: la paternità del figlio di una donna sposata. – 12. Il riconoscimento del figlio incestuoso.

 

Giuseppe Zago

Lee v Ashers Baking Company Ltd and others (Northern Ireland): la discussione sul bilanciamento tra tutela dell’orientamento sessuale e rispetto della libertà religiosa e d’opinione passa dai Muppets

 

Qing Lu

Introduzione generale al diritto delle successioni cinese

Sommario: 1. Lo stato attuale del diritto delle successioni nell’ordinamento giuridico cinese. – 2. Il concetto di famiglia in Cina e la sua influenza sul diritto delle successioni. – 3. I principi generali del diritto delle successioni cinese. – 4. L’incapacità e l’indegnità a succedere. – 5. L’oggetto della successione. – 6. L’apertura della successione. L’accettazione e la rinuncia all’eredità. – 7. Le azioni ereditarie. La prescrizione. – 8. La successione legittima. – 9. (segue) La rappresentazione. – 10. La successione testamentaria. – 11. (segue) I legati. – 12. Altre norme in tema di eredità. – 13. I problemi più discussi nell’attuale fase di codificazione. – 14. Conclusioni.

 

Carmelita Camardi

Relazione di filiazione e privacy. Brevi note sull’autodeterminazione del minore

Sommario: 1. Premessa. Il procedimento interpretativo di definizione dell’interesse del minore in relazione ai suoi diritti. – 2. Privacy, riservatezza e autodeterminazione del minore nel Regolamento UE 2016/679 e nel (nuovo) Codice in materia di protezione dei dati personali “adeguato” al Regolamento. – 3. La privacy del minore nel contesto delle relazioni familiari. – 4. Limiti all’ingerenza dei genitori nella vita personale dei minori. Combinazione di norme applicabili. – 5. Segue. Un caso particolare. L’accesso ai dati sanitari e il Fascicolo sanitario elettronico. – 6. Utilizzo e disponibilità dei dati personali del minore da parte degli esercenti la responsabilità genitoriale.

 

Attilio Gorassini

Lo stato unico di genitore

Sommario: 1. I presupposti di sistema. – 2. Lo stato familiare di genitore. – 3. Lo status unico di figlio. – 4. Alla ricerca dello status di genitore. – 5. La responsabilità genitoriale come status di genesi. – 6. Lo stato unico di genitore come speranza di futuro.

 

Barbara Puglisi

La cessazione della convivenza e il diritto agli alimenti

Sommario: 1. Le conseguenze patrimoniali dello scioglimento della convivenza. – 2. Il “nuovo” diritto agli alimenti del convivente. – 2.1. Segue. I requisiti soggettivi e oggettivi per il riconoscimento del diritto. – 3. L’esclusione del diritto al mantenimento del convivente di fonte legale. – 3.1. Segue. Il diritto al mantenimento di fonte convenzionale.

 

Maria Francesca Tommasini

Il mercato tra etica e diritto. Brevi riflessioni a margine

Sommario: 1. La svolta etica del diritto. – 2. La diffusione dei codici etici tra autoregolamentazione del mercato e normativa nazionale. – 3. Etica ed Autorità garanti. – 4. Il difficile contemperamento tra etica, politica e diritto.

 

Roberto Pomiato

La responsabilità nella relazione di cura. Note critiche e ricostruttive sulle fattispecie di responsabilità introdotte dalla riforma “Gelli-Bianco”

Sommario: 1. Oggetto dell’indagine. – 2. Il rapporto tra paziente e struttura sanitaria pubblica. – 3. Il rapporto tra paziente e struttura sanitaria privata. – 4. L’ammissibilità di una relazione fiduciaria di cura tra paziente e struttura organizzata. – 5. Le responsabilità nella relazione di cura. In particolare: il fondamento della responsabilità del medico prima della riforma del 2017. – 6. Segue. L’autonoma responsabilità del personale sanitario: un principio necessario? Uno sguardo al modello del médecin salarié francese. – 7. La relazione di cura nella l. 24/2017. In particolare: la relazione con la struttura sanitaria e la responsabilità di quest’ultima. – 8. Segue. L’estensione della regola generale di responsabilità a specifiche fattispecie. In particolare: le prestazioni svolte in regime di convenzione con il Servizio sanitario nazionale. – 9. La responsabilità dell’esercente la professione sanitaria operante all’interno di una struttura di cura: una fattispecie speciale. – 10. Segue. Il problema della reviviscenza delle limitazioni di responsabilità. – 11. La fattispecie delle prestazioni sanitarie rese in regime di libera professione intramuraria. – 12. Considerazioni conclusive sul modello di responsabilità disegnato dalla riforma del 2017.

 

Antonio Ruggeri

Modello costituzionale e consuetudini culturali in tema di famiglia, fra tradizione e innovazione

Sommario: 1. La definizione della natura e struttura della famiglia quale spia di un generale modo d’intendere e far valere la Costituzione. – 2. La spinosa questione relativa al modo con cui far luogo al riconoscimento dei principi e dei diritti fondamentali, il ruolo al riguardo giocato da consuetudini culturali diffuse e radicate nel corpo sociale, le oscillazioni della Costituzione tra il corno della fedeltà alla propria matrice originaria e l’altro al rinnovamento e alla incessante rigenerazione semantica. – 3. Le consuetudini culturali quale punto obbligato di riferimento al fine di determinare dove passa la linea di confine tra le novità che possono aversi per via d’interpretazione della Costituzione e le altre che richiedono la sua revisione, e il rischio di gravi alterazioni nei rapporti tra legislatore e giudici conseguenti ad usi abnormi degli strumenti di cui essi dispongono. – 4. Il significato del riferimento alla tradizione culturale da cui emerge il volto della famiglia, nella sua monotipica e inconfondibile conformazione, e la questione se essa possa dirsi cambiata anche per effetto dell’influenza esercitata dalla giurisprudenza europea. – 5. Battuta senza successo la via della apertura al matrimonio tra persone dello stesso sesso attraverso una nuova interpretazione dell’art. 29, è da chiedersi se a ciò possa condurre la revisione con le procedure dell’art. 138, che tuttavia parrebbe essere priva del supporto che dovrebbe esserle offerto da una consuetudine culturale in tal senso orientata, ad oggi non pervenuta a compiuta maturazione. – 6. Esempi di alterazioni del modello costituzionale in tema di famiglia per mano di giudici e legislatore, e segnatamente il ribaltamento avutosi nel rapporto tra eguaglianza dei coniugi e unità della famiglia, la parificazione della condizione dei figli naturali e di quelli legittimi, l’apparentemente stupefacente evoluzione della giurisprudenza costituzionale in materia di adulterio, la trasmissione del cognome materno ai figli. – 7. Il diritto alla genitorialità e la varietà delle sue forme e del loro giuridico rilievo, all’incrocio tra etica, scienza e diritto (con specifico riguardo al divieto di utilizzo degli embrioni crioconservati a finalità di ricerca e alla surrogazione di maternità). – 8. Le sofferte esperienze di fine-vita, specie se coinvolgenti i minori, e l’inquietante quesito relativo alla determinazione del pun-to fino al quale può spingersi la responsabilità genitoriale.

 

Carlo Granelli

Impresa e Terzo settore: un rapporto controverso

Sommario: 1. L’accessibilità all’attività d’impresa da parte degli enti del terzo settore. – 2. Schemi organizzativi accessibili agli enti del terzo settore che svolgano attività d’impresa. – 3. Settori di attività in cui gli enti del terzo settore possono operare imprenditorialmente. – 4. Scopo di lucro oggettivo e scopo di lucro soggettivo negli enti del terzo settore che svolgano attività d’impresa. – 5. Enti del terzo settore: iscrizione nel registro unico nazionale del terzo settore e iscrizione nel registro delle imprese. – 6. Enti del terzo settore, statuto dell’imprenditore e statuto dell’imprenditore commerciale. – 7. Osservazioni conclusive.

 

Valerio Ceccarelli

Danno da inumana detenzione

Sommario: 1. L’origine dell’art. 35 ter ord. pen. – 2. L’individuazione del termine di prescrizione del diritto disciplinato dal legislatore. – 3. L’ordinanza interlocutoria 28 settembre 2017, n. 22764. – 4. Le possibili interpretazioni sulla qualificazione della responsabilità dell’amministrazione per detenzione in condizioni inumane. – 5. La Sentenza a Sezioni Unite 8 maggio 2018, n. 11018. – 6. Riflessioni critiche a margine della pronuncia.

 

Luigi Palazzo

Le liberalità indirette, tra ricostruzioni ermeneutiche e tutela dei terzi

Sommario: 1. Introduzione. – 2. Cenni storici. – 3. Le liberalità indirette o non donative. – 4. Ipotesi classificatorie: atti diversi dal contratto, contratti singoli, più contratti combinati tra di loro; atti materiali. – 5. Portata dell’art. 809 e tutela dei terzi. – 5.1. Azione di riduzione. – 5.2. Azione di restituzione. – 5.3 Tutela del terzo creditore. – 6. Conclusioni.

 

Giuseppe Grisi

L’inadempimento dipendente da dolo

Sommario: 1. Promemoria per l’interprete. – 2. Il dolo, in ambiente aquiliano e contrattuale. – 3. Il dolo nella previsione dell’art. 1225 c.c. – 4. Il dolo e l’inadempimento efficiente. – 5. Il dolo nel contesto dell’art. 1229 c.c.

 

Tommaso Pellegrini

La quantificazione del danno tra fatto e diritto. Brevi annotazioni su risarcimento integrale e compensatio lucri cum damno

Sommario: 1. Concezione naturalistica e concezione giuridica della quantificazione del danno. − 2. Fondamento teorico della concezione naturalistica. – 3. Introduzione all’integrale risarcimento. – 4. La compensatio lucri cum damno. − 5. (segue) Le Sezioni unite e il paradigma (non-naturalistico) del «collegamento funzionale tra la causa di attribuzione patrimoniale e l’obbligazione risarcitoria».− 6. Appunto sul substrato naturalistico del danno. − 7. L’integrale risarcimento del danno non patrimoniale nel prisma della concezione giuridica della quantificazione.

 

Stefano Troiano

Circolazione del diritto di sopraelevazione nel condominio e riflessi in tema di prescrizione e pubblicità immobiliare

Sommario: 1. Premessa. – 2. L’attribuzione, del diritto di sopraelevare, a soggetto diverso da quelli previsti dalla legge, contenuta nel titolo del condominio. – 3. L’alienazione, del diritto di sopraelevare, a soggetto diverso da quelli previsti dalla legge, fatta dal titolare dello stesso. – 4. Gli effetti dell’attribuzione, contenuta nel titolo, a soggetto diverso da quelli contemplati dalla legge. – 5. Gli effetti dell’atto di trasferimento compiuto dal titolare: conseguenze sul piano della prescrittibilità e della pubblicità immobiliare. – 6. Segue. Alcuni rilievi critici. La vexata quaestio della natura giuridica del diritto di sopraelevare: facoltà compresa nel diritto di proprietà dell’ultimo piano o diritto reale autonomo su cosa altrui? – 7. Segue. Conseguenze della qualificazione della sopraelevazione come oggetto di un diritto (sui generis) di superficie sul suolo comune.

 

Elisa Contu

Possibili strumenti di diritto privato nel contrasto della povertà: alcune riflessioni tra mercato e istanze sociali

Sommario: 1. Alcune considerazioni sul “ritorno” delle diseguaglianze e delle povertà. – 1.1. Quale ruolo per il diritto privato? – 2. Le politiche europee nella lotta alla povertà. – 2.1. Mercato europeo e appalti pubblici – 3. Correttezza professionale e codici di condotta quali possibili strumenti di contrasto di condotte imprenditoriali antisociali. – 4. Il contributo dei consumatori nella diffusione di comportamenti imprenditoriali etici. – 5. Riflessioni conclusive.

 

Mario Trimarchi

La simulazione del matrimonio

Sommario: 1. Il matrimonio simulato come fatto e la sua generale liceità. – 2. Le tesi secondo le quali l’art. 123 c.c. non configurerebbe un’ipotesi di simulazione. – 3. La compatibilità dell’istituto previsto dall’art. 123 c.c. con la figura generale della simulazione. L’accordo di non adempiere agli obblighi e di non esercitare i diritti derivanti dal matrimonio come accordo simulatorio. – 4. Il contenuto dell’accordo simulatorio. – 5. Le specificità della simulazione matrimoniale. – 6. L’impugnazione del matrimonio simulato.

 

Maria Carmela Venuti

Il Jobs Act dei lavoratori autonomi e le strategie di tutela del contraente debole nei rapporti “b2b”: il meticciamento delle regole come preludio a possibili approdi uniformi e le sfide per l’interprete

Sommario: 1. Le novità introdotte dal Jobs Act dei lavoratori autonomi. – 2. Segue: le clausole abusive nei contratti stipulati dal lavoratore autonomo. – 3. Segue: la peculiare prescrizione sull’abusività del rifiuto del committente di stipulare il contratto in forma scritta. – 4. Un caso emblematico di meticciamento delle regole e di singolari strategie di tutela: le conseguenze dell’inefficacia della clausola che fissa il tempo del pagamento del compenso del lavoratore autonomo oltre i sessanta giorni dal ricevimento della fattura o dalla richiesta di adempimento.

 

Mª Paz Sánchez González

El consentimiento informado: especial referencia al tratamientos con opioides

Sumario: 1. Introducción. – 2. El principio general del consentimiento informado. – 2.1. La información a) ¿De qué se debe informar? b) ¿Quién debe informar? c) ¿A quién se debe informar? d) ¿Cuándo y cómo informar? ̶ 2.2 Prestación del consentimiento a) ¿Quién consiente? b) ¿Cómo se manifiesta el consentimiento? c) ¿Se puede prescindir del consentimiento del paciente? ̶ 3. Particularidades del consentimiento en tratamientos a menores.

 

Carlos de Cores Helguera

Daños punitivos y función preventiva de la responsabilidad civil. Reflexiones comparatistas a partir de la reciente jurisprudencia italiana de legitimidad

Sumario: 1. Introducción. − 2. Pluralidad de funciones de la responsabilidad civil.− 3. La función preventiva de los daños punitivos. – 4. La matriz anglosajona de los daños punitivos. – 5. La circulación del modelo de los daños punitivos hacia el derecho civil. – 6. La resistencia del derecho civil. – 7. La suerte corrida por los daños punitivosen en el nuevo código civil y comercial de la nación argentina. – 8. La evolución mas reciente. – 9. Conclusion.

 

Mario Trimarchi

La proprietà europea

Sommario: 1. Profili introduttivi. – 2. L’evoluzione del diritto europeo della proprietà. – 3. L’interpretazione sistematica dell’art. 17 della Carta di Nizza. La proprietà come libertà e come diritto fondamentale. – 4. La proprietà europea. Le regole di diritto primario. – 5. Le regole europee di secondo grado in materia proprietaria.

 

Carlo Berti

Cessione del credito e mandato all’incasso: problemi di qualificazione della fattispecie

Sommario: 1. Premessa. − 2. La cessione del credito in generale. − 3. La cessione del credito con funzione di garanzia. − 4. Il mandato irrevocabile all’incasso anche nell’interesse del mandatario (in rem propriam). − 5. Le sorti del mandato irrevocabile all’incasso in caso di fallimento del mandante.

 

Emma Fasoli

Il contenuto “non necessario” (ma consentito) degli accordi tra coniugi in sede di separazione
Trib. Verona, 25 gennaio 2018, n. 215

Sommario: 1. Il fatto. – 2. Il contenuto (rispettivamente, necessario ed eventuale) degli accordi tra coniugi in sede di separazione: in particolare, il trasferimento in proprietà della casa coniugale. – 3. (Segue) La legittimità del vincolo di destinazione dell’immobile a casa di abitazione in fa-vore dei figli, anche alla luce dell’art. 1379 c.c. – 4. (Segue) La previsione di una penale per l’inadempimento del vincolo di destinazione e l’inammissibilità di una sua riduzione.

 

Daniele Scuto

Vizi del consenso e contratti aleatori: annullabilità per errore del contratto di scommessa
Corte d’Appello di Firenze, 11 luglio 2017, n. 1600 e Corte d’Appello di Roma, 17 ottobre 2016, n. 6126

Sommario: 1. Premessa. – 2. I casi concreti. – 3. Il contratto di scommessa. – 4. Gli elementi essenziali del contratto di scommessa. – 5. Nella species: il contratto di scommessa online. – 6. L’annullabilità del contratto di scommessa e le primissime decisioni giurisprudenziali sul punto. – 6.1. L’inapplicabilità della disciplina di cui all’art. 6 del D.M. 111 del 1° marzo 2006. – 6.2. L’essenzialità dell’errore. – 6.3. La riconoscibilità dell’errore. – 7. Uno sguardo all’ordinamento sovranazionale – 8. Conclusioni.

 

Marina Tavassi

Autonomia privata e giurisdizione nella tradizione civilistica continentale

Sommario: 1. Autonomia negoziale fra principio solidaristico e abuso del diritto. – 2. Concessione abusiva del credito. – 3. Violazione degli obblighi di informazione. – 4. La tutela del consumatore.

 

Enrico Scoditti

Contratto, giudice e Costituzione

Sommario: 1. Giurisprudenza costituzionale e squilibrio contrattuale. – 2. Il contratto fra autoregolamento e fattispecie. – 3. Dalla fattispecie legale ai principi costituzionali. – 4. Un diritto casistico.

 

Massimo Confortini

Autonomia privata e giurisdizione

 

Carlo Granelli

Autonomia privata e intervento del giudice

 

J. Michael Rainer

Lo sviluppo dell’autonomia privata in Germania

 

Giovanni Canzio

Autonomia privata e giurisdizione nella tradizione civilistica continentale

 

Natalino Irti

Per una concezione normativa dell’autonomia privata

Sommario: 1. La concezione naturalistica. – 2. Spunti critici. – 3. Idem. – 4. Naturalità e artificialità. – 5. Idem. – 6. Il rapporto triangolare giudice – legge – autonomia privata. – 7. Le fattispecie democratiche. – 8. Costituzione ed autonomia privata. – 9. Principio costituzionale di solidarietà e autonomia privata.

 

Gaetano Anzani

Osservazioni sui patti di esonero da responsabilità civile

Sommario: 1. I patti che escludono o limitano la responsabilità contrattuale ed il problema dell’ammissibilità di patti analoghi per la responsabilità extracontrattuale. – 2. Argomenti contrari e favorevoli all’ammissibilità dei patti di esonero dalla responsabilità extracontrattuale. – 3. Riscontri di diritto positivo all’ammissibilità di patti di esclusione o limitazione della responsabilità extracontrattuale. Estensione dell’art. 2236 c.c. a tutta la responsabilità civile. – 4. Patti di esonero da responsabilità extracontrattuale ed ordine pubblico: valenza del principio desumibile dal secondo comma dell’art. 1229 c.c. anche in area aquiliana, in quanto specificazione dell’art. 1418, secondo comma, c.c. – 5. Necessaria applicabilità in ambito aquiliano anche del primo comma dell’art. 1229 c.c., in quanto espressivo di un principio o di ordine pubblico o almeno imperativo. – 6. Uniformità di disciplina per i patti che escludono o limitano ogni forma di responsabilità civile anche sotto profili diversi dall’an e dal quantum del risarcimento.

 

Mirko Faccioli

La responsabilità sanitaria fra tradizione e rinnovamento

Sommario: 1. Introduzione. – 2. Il superamento del contatto sociale. – 3. L’obbligo di attenersi alle linee guida nel quadro della distinzione tra obbligazioni di mezzi e di risultato. – 4. La correlazione tra il rispetto delle linee guida e la quantificazione del danno risarcibile. – 5. Le clausole claims made nei contratti di assicurazione della responsabilità civile. – 6. Conclusioni.

 

Magda Irato

Sulla impossibilità di estendere l’art. 687 al caso di sopravvenienza di figli “ulteriori”
Cass., Sez. II, 21 giugno 2017-28 luglio 2017, n. 18893

Sommario: 1. Il caso. – 2. Una pronuncia senza precedenti. – 3. La revocazione testamentaria ex art. 687 c.c. – 4. Natura eccezionale dell’art. 687 c.c. – 5. Ratio dell’art. 687 c.c. – 6. L’adesione della Suprema Corte alla teoria oggettiva. – 7. Considerazioni finali.

 

Fabio Russo

Sulla validità del patto di maggiorazione del canone di locazione ad uso non abitativo
Cass., Sez. Un., 9 ottobre 2017, n. 23601

Sommario: 1. Il caso. – 2. Il patto di maggiorazione del canone di locazione. – 3. Le argomentazioni della Corte. – 4. Osservazioni.

 

Marco Martino

Una digressione sul linguaggio manualistica e trattati: la scelta per la chiarezza

Sommario: 1. La «scelta» per la chiarezza: un doveroso caveat. − 2. Un τόπος retorico. − 3. Un τόπος giuridico (tra moderno e postmoderno). − 4. La chiarezza nel contesto metodologico della Scuola civilistica genovese. − 5. La chiarezza nel contesto metodologico dell’opera di Vincenzo Roppo.

 

Federico Azzarri

Diritto di famiglia e processi regolativi: rileggendo un volume di Enzo Roppo

 

Lavinia Vizzoni

L’illecito costituzionale del legislatore (muovendo dalle riflessioni di Enzo Roppo)

Sommario: 1. Responsabilità dello Stato per legislazione incostituzionale? – 2. La prima ipotesi applicativa: la declaratoria di incostituzionalità della legge. – 3. La seconda ipotesi applicativa: l’omissione del legislatore. – 4. Segue. Il valore dei moniti e le questioni aperte. – 5. Il complicato problema della natura della responsabilità.

 

Giulia Terlizzi

«Autonomia e controlli» e nuovi mezzi di comunicazione

Sommario: 1. Dalla televisione a internet. – 2. I nuovi media: nuovi o vecchi problemi? – 3. Autonomia e controlli fra pluralismo informativo e concentrazioni. – 4. Autonomia e controlli fra libertà di informazione e tutela dei diritti.

 

Francesco Paolo Patti

Dai «contratti standard» al «contratto asimmetrico». Considerazioni su metodo e obiettivi delle ricerche di Vincenzo Roppo

Sommario: 1. Premessa. – 2. La genesi della monografia «Contratti standard». – 3. Il metodo e gli obiettivi della ricerca. – 4. Il ruolo della comparazione giuridica e il destinatario del contributo. – 5. Due spunti sul merito della ricerca: la natura delle condizioni generali di contratto. – 6. Segue. Il controllo amministrativo delle clausole. – 7. Gli sviluppi successivi: la direttiva 93/13/CEE e l’estensione della prospettiva d’indagine. – 8. La scoperta del contratto asimmetrico e l’avvio di una discussione sullo stato attuale del diritto contrattuale. – 9. Linee di ricerca per un moderno diritto contrattuale. – 10. Per una disciplina generale di controllo dei contratti standard? – 11. Conclusioni.

 

Andrea Maria Garofalo

La causa: una “storia di successo”? (a proposito delle opere di Vincenzo Roppo sulla causa del contratto)

Sommario: 1. Introduzione: dall’adesione alla critica della causa concreta? – 2. La causa del contratto nelle opere di Vincenzo Roppo. – 3. L’autonomia privata e il “senso” del contratto. – 4. La causa come “valore concreto”. – 5. Una forma visibile per la causa. – 6. La causa concreta nella giurisprudenza attuale: interpretazione, ricostruzione e meritevolezza del contratto. – 7. La causa concreta nella giurisprudenza attuale: irrealizzabilità dell’assetto di interessi. – 8. Conclusione.

 

Carlotta De Menech

Il diritto privato regionale

Sommario: 1. Qualche parola introduttiva. – 2. Il problema del diritto privato delle Regioni: linee essenziali. – 3. L’incontro tra la scuola civilistica genovese e il diritto privato regionale. – 4. La ragionevolezza quale criterio di soluzione del conflitto tra uniformità e diversità nel diritto privato. – 5. Linee di evoluzione e futuri scenari del diritto privato regionale.

 

Davide Achille

«Per una riforma del divieto dei patti successori». Rileggendo Vincenzo Roppo

Sommario: 1. Divieto dei patti successori e modernità del diritto successorio. – 2. Atto mortis causa, atto con effetti post mortem ed interessi concreti delle parti. – 3. Rinunzia ai diritti sulla successione futura e posizione dei legittimari. – 4. Il metodo per una riforma del divieto dei patti successori.

 

Veronica Bongiovanni

La desheredación en el ordenamiento italiano a la luz de las novedades introducidas por la reforma en materia de filiación

Sommario: 1. La evolución histórica de la desheredación en el sistema jurídico italiano. – 2. La cuestión debatida sobre la admisibilidad de la cláusula de desheredación en el contexto de la “successione legittima”. – 2.1. La perspectiva de la naturaleza atributiva del testamento y la consiguiente invalidez de la deshe¬redación. – 2.2. La tesis jurisprudencial de la institución implícita: una solución de compromiso. – 2.3. La validez de la desheredación calificada como acto patrimonial típico, en virtud de la compatibilidad de un testamento dispositivo con una voluntad privativa. – 3. La desheredación de los herederos legitimarios en el marco de la “successione necessaria”. – 4. El nuevo art. 448 bis c.c. y la posibilidad de calificar en términos de desheredación la figura de la exclusión de la sucesión prevista en los casos de privación de la patria potestad. – 4.1. Los sujetos legitimados para ejercer la facultad de desheredación. – 4.2. El ámbito de aplicación objetivo de la disposición. – 4.3. Analogías y diferencias entre la desheredación y la indignidad, como instrumentos de reacción contra las violaciones de las obligaciones familiares.

 

Giulia Rossolillo

Linguaggio giuridico e natura dell’unione europea

Sommario: 1. Introduzione. – 2. Genesi ed evoluzione del processo di integrazione e riflessi sul linguaggio del diritto primario. – 3. Carattere derivato, meccanismo decisionali e struttura istituzionale dell’Unione: l’influenza sulla redazione delle disposizioni di diritto dell’Unione europea e sulla loro interpretazione. – 4. Plurilinguismo e tradizioni giuridiche nazionali: l’influenza sulla redazione e l’interpretazione delle disposizioni di diritto dell’Unione europea. – 5. Conclusione.

 

Marina Moretti e Alessio Caracciolo

La rilevanza della convivenza coniugale in tema di delibazione delle sentenze ecclesiastiche dichiarative della nullità matrimoniale

Sommario: 1. Introduzione. – 2. Il quadro normativo. – 3. Il procedimento di delibazione. – 4. Il concetto di ordine pubblico. – 5. Il limite dell’ordine pubblico alla delibazione delle sentenze di nullità matrimoniale.

 

Francesco Sanfilippo

La nullità della donazione di quota su bene facente parte di una più ampia massa ereditaria
Cass., Sez. Un., 15 marzo 2016, n. 5068

Sommario: 1. Premessa. – 2. La recente pronuncia a Sezioni Unite: la fattispecie oggetto del giudizio. – 3. I precedenti. – 4. L’iter argomentativo della Corte. – 5. Le problematiche implicate. – 5.1 Il singolo bene del compendio ereditario plurimo come bene altrui. – 5.2 La questione dell’altruità del bene. – 5.3 La questione della consistenza del compendio ereditario. – 6. Comunione ereditaria e comunione ordinaria. – 7. La donazione all’esito divisionale.

 

Cesare Massimo Bianca

Note per una revisione dell’istituto dell’adozione

 

Giorgio De Nova

Intorno alla compensatio lucri cum damno

 

Mario Trimarchi

L’ultimo corso di lezioni di Salvatore Pugliatti: “Diritto civile e diritto amministrativo”

 

Giulio Ponzanelli

Danni punitivi: oltre la delibazione di sentenze straniere?

Sommario: 1. La grande attesa. – 2. Il contenuto della decisione del 5 Luglio 2017 n. 16601. − 3. Modificazioni sul livello del risarcimento in Italia. – 4. Qualche conclusione.

 

Eugenio Fazio

Status filiationis e tutele dei figli non riconosciuti e non riconoscibili

Sommario: 1. Premessa. La cancellazione del divieto di riconoscimento dei figli incestuosi. – 2. Artt. 279, 580, 594 c.c. e loro ambito di applicazione. – 3. I diritti successori dei figli non riconoscibili – 4. Il criterio del superiore interesse del minore.

 

José Criscuolo

Il danno da perdita del rapporto parentale: profili problematici e (ir)rilevanza del luogo di residenza del danneggiato ai fini della liquidazione

Sommario: 1. Premessa. – 2. Il danno da perdita del rapporto parentale. – 3. L’incidenza del luogo di residenza del danneggiato sulla liquidazione del danno: Cassazione civile, sez. III, 7 ottobre 2016, n. 20206. – 4. Brevi riflessioni conclusive.

 

Salvatore Monticelli

Le nuove dinamiche assicurative nella relazione di cura: note a margine della l. 8.3.2017, n. 24

Sommario: 1. I soggetti destinatari dell’obbligo assicurativo nella L. 8/3/2017, n. 24. − 2. L’azione diretta nei confronti dell’assicurazione ed il Fondo di garanzia. − 3. Le polizze: la claims made con deening clause, dalla tipicità sociale al tipo legale. − 4. I nodi problematici e le criticità. − 5. Le trattative con il danneggiato e l’obbligo di comunicazione al danneggiante.

 

Abigail Owusu

Il dies a quo della prescrizione dell’azione di annullamento esperita dagli eredi del contraente caduto in errore
Cass., Sez. II, 16 settembre 2016, n. 18248

Sommario: 1. Il caso. – 2. La trasmissibilità mortis causa dei rapporti contrattuali. – 3. L’annullamento per errore sulla destinazione del bene compravenduto. – 4. Sul dies a quo della prescrizione dell’azione di annullamento per errore. – 5. Considerazioni conclusive.

 

Roberto Senigaglia

Considerazioni critico-ricostruttive su alcune implicazioni civilistiche della disciplina sulla protezione dei minori stranieri non accompagnati

Sommario: 1. La tutela del minore straniero non accompagnato tra mezzi di protezione e procedura speciale. – 2. Il colloquio col minore nella dimensione funzionale del diritto all’ascolto. – 3. Segue. Determinazione dell’età, obblighi di informazione e capacità di discernimento. – 4. Effettività della tutela tra questioni semiotiche e di senso. Il riferimento al soggetto esercente la responsabilità genitoriale. – 5. Segue. Altri adempimenti dell’esercente la responsabilità genitoriale e principio di immediatezza.

 

Carlo Granelli

Dottrina dei dottori e dottrina delle corti

Sommario: 1. La dottrina alla ricerca di conferme. – 2. La giurisprudenza guarda alla dottrina. – 3. La dottrina dialoga con la giurisprudenza. – 4. La dottrina della giurisprudenza.

 

Vincenzo Roppo

La responsabilità civile di Pietro Trimarchi

 

Gerardo Villanacci

Ragionevolezza e proporzionalità nella rilevazione delle situazioni di riduzione ex officio della clausola penale

Sommario: 1. Profili civilistici della ragionevolezza. – 2. Il principio di proporzionalità. – 3. La riduzione ex officio della clausola penale.

 

Alberto Capobianco

Non vincolatività delle clausole abusive ed ingiusta limitazione nel tempo della loro inefficacia: le clausole floor al vaglio della corte di giustizia
Corte giustizia UE, Grande Sezione, 21 dicembre 2016, n. 154

Sommario: 1. Il caso spagnolo della clausola «di tasso minimo» (c.d. clausola floor) nei mutui bancari deciso dalla Corte di Giustizia. – 2. Le opposte conclusioni dell’Avvocato Generale. – 3. Le violazioni del diritto dell’Unione imputabili al giudice nazionale spagnolo e le possibili conseguenze (anche) in punto di re-sponsabilità dello Stato. – 4. Il controllo sul bilanciamento tra l’esigenza di protezione dei consumatori mediante l’effetto utile della Direttiva 93/13 e gli interessi concretamente confliggenti.

 

Maria Pia Pignalosa

Ordinamento sportivo e fonti private

Sommario: 1. Introduzione. − 2. La natura dei regolamenti federali sportivi. – 3. Principio di sussidiarietà e auto-regolamentazione sportiva. – 3.1. Segue: rilievi critici.

 

Livio Perra

La natura: sujeto de derechos?

Sommario: 1. Introduzione. – 2. L’evoluzione del pensiero. – 2.1. I diritti degli animali. – 2.2. Il fondamento dell’idea della Natura come soggetto. – 2.3. La Cosmovisione andina e il diritto. – 3. Il Buen Vivir / Vi-vir Bien, la Natura come soggetto di diritti e i diritti della Madre Terra – 3.1. L’Ecuador. – 3.2. La Bolivia. – 3.3. I diritti della Natura sono o non sono diritti soggettivi? – 4. Riflessioni. – 4.1. La Natura: capacità, incapacità, rappresentanza e tutela. – 4.2. La legittimazione ad agire in giudizio e le azioni. – 5. Conclusioni e la potenziale ispirazione per il diritto italiano.

 

Giorgio De Nova

Una lettura oggi di “le fonti di integrazione del contratto”

 

Carlotta De Menech

Verso il riconoscimento dei danni punitivi?
Cass., sez. un., 5 luglio 2017, n. 16601

Sommario: 1. I retroscena della sentenza della Corte di cassazione a sezioni unite n. 16601 del 5 luglio 2017. – 2. Gli spazi non ancora schiusi a punitive damages e risarcimenti punitivi. – 3. Gli incerti margini tracciati dalle sezioni unite intorno allo spiraglio aperto ai punitive damages. Sul versante della legalità. – 4. (Continua) Sul versante della proporzionalità. – 5. I confini del sistema di responsabilità civile. – 6. La “sua” curvatura deterrente/sanzionatoria.

 

Laura Moscati

Nugae civilistiche. Sulla scuola romana del primo Novecento

Sommario: 1. Le radici di un itinerario singolare. Origine e sviluppo della civilistica romana tra Ottocento e Novecento. – 2. Protagonisti, tematiche e insegnamento tra Stato liberale e primo regime fascista. – 3. La legislazione di guerra. – 4. Gli studi sul diritto delle obbligazioni e le nuove teorie sulla responsabilità precontrattuale. – 5. Appendice conclusiva: la parabola del diritto privato comparato.

 

Gianluca Navone

Poteri assistenziali del convivente di fatto in caso di malattia o ricovero del partner

Sommario: 1. Introduzione. – 2. A quali “conviventi di fatto” si applica la nuova disciplina? – 3. Il diritto di visi-tare e assistere il convivente malato. – 4. La designazione del rappresentante in materia sanitaria. – 5. Segue. Differenze rispetto alla designazione preventiva dell’amministratore di sostegno. – 6. Segue. Le forme dell’atto di designazione del rappresentante. – 7. Effetti abrogativi dell’eventuale approvazione del disegno di legge «in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento».

 

Dario Buzzelli

L’assegno di divorzio, ventisette anni dopo

Sommario: 1. Il caso. – 2. Criteri di attribuzione e criteri di quantificazione dell’assegno di divorzio nell’evoluzione giurisprudenziale. – 3. La portata innovativa della sentenza. – 4. Segue. Il nuovo parametro dell’indipendenza economica del coniuge debole. – 5. Problemi e prospettive.

 

Giuliano Zanchi

Interpretazione e ruolo della prassi nella definizione dello statuto soggettivo della fondazione

Sommario: 1. Introduzione. – 2. La fattispecie normativa di fondazione e il confronto con la tradizione dogmatica. – 3. L’evoluzione dottrinale nella configurazione degli elementi costitutivi della fattispecie di fonda-zione. – 4. Lo scopo della fondazione in particolare. – 5. Lo statuto soggettivo degli enti non lucrativi e la ricerca dei caratteri distintivi della fondazione. – 6. Prassi operativa e prassi amministrativa. – 7. Unità e pluralità nello statuto soggettivo degli enti non lucrativi. – 8. Le fondazioni di famiglia. – 9. Le fondazioni di comunità. – 10. Conclusioni.

 

Marina Moretti

Domanda di adozione di una minore proposta dalla partner della madre biologica ex art. 44, comma 1, lett. d), l. 184/1983
Cass. civ., sez. I, 22 giugno 2016, n. 12962

Sommario: 1. Il caso. – 2. Le questioni giuridiche. – 3. Osservazioni. – 4. Conclusioni.

 

Vincenza Cinzia Meccola

Clausola di deroga al foro del consumatore ed onere della prova della trattativa individuale
Cass. civ., sez. VI, 28 settembre 2016, n. 19061 (ord.)

Sommario: 1. Il fatto. – 2. La questione della nullità della clausola di deroga al foro del consumatore. – 3. Il modo di operare della nullità e l’onere della prova della trattativa individuale. – 4. Considerazioni conclusive.

 

Jorge Rodríguez Russo

Error inexcusable y responsabilidad precontractual: el equilibrio entre la tutela del interés del declarante y la protección del contratante lesionado

Sommario: 1. Introducción. – 2. El error como vicio de la voluntad en materia contractual. La tipología del error relevante. La taxatividad de los supuestos. – 2.1. Los supuestos legales de error relevante. – 2.1.1. Disenso oculto (numerales 1 y 2 del art. 1271 c.c.). – 2.1.2. Error en la sustancia o calidad esencial del objeto. Error en las calidades no esenciales (numeral 3 del art. 1271 c.c.). – 2.1.3. Error en la persona del contratante en los contratos intuitus personae (numeral 3 del art. 1271 c.c.). – 3. El denominado error inexcusable y sus consecuencias jurídicas. – 4. Error inexcusable y responsabilidad civil. Naturaleza jurídica de la responsabilidad precontractual. – 4.1. Tesis de la naturaleza contractual predominante en la doctrina y jurisprudencia uruguaya. Sus fundamentos. – 4.2. Objeciones a la tesis contractualista desde la perspectiva de los deberes dimanantes de la buena fe y las notas tipificantes de la obligación. La dimensión relacional de la responsabilidad extracontractual. – 5. Los daños resarcibles en la responsabilidad precontractual. – 6. Conclusiones.

 

Attilio Gorassini

Il cibo come bene comune. Periplo di una recente legge con tentativo d’approdo

Sommario: 1. Il nuovo orizzonte dello scarto alimentare dopo la legge 166/2016. – 2. Le finalità della legge e la natura del come bene/cosa ad essenza duale. La donazione del cibo come . – 3. Il potere-dovere dei donanti e il dovere-potere dei donatari. Terzo settore e bene comune. – 4. Per una conclusione provvisoria. Verso il benessere come bene-essere comune. Oltre il del come del rifiuto del Soggetto.

 

Gianluca Sicchiero

La diligenza particolare del professionista: dall’obbligo informativo al dovere di consiglio (art. 1176 c.c.)

Sommario: 1. L’obbligo di diligenza come clausola generale. – 2. La diligenza in concreto. – 3. La ragionevolezza nella valutazione della diligenza prestata: gli obblighi informativi. – 4. Gli obblighi di consiglio e di dissuasione.

 

Massimo Franzoni

La causa e l’interesse meritevole di tutela secondo l’ordinamento giuridico

Sommario: 1. Il diritto europeo dei contratti e il ruolo del giurista nazionale. – 2. La causa, la sua soppressione e altre vicende. – 3. Quasi un paradosso. – 3.1. … il 4you. – 3.2. La clausola claims made. – 4. Quasi una conclusione.

 

Giorgia Corsi

Danni punitivi: ancora attese le Sezioni Unite

Sommario: 1. L’ordinanza di rimessione alle Sezioni Unite: il caso. – 2. Il principio di ordine pubblico. – 3. Punitive damages, danni punitivi e la funzione della responsabilità civile. – 4. L’atteggiamento di chiusura della Corte di Cassazione nei confronti dei danni punitivi. – 5. Considerazioni conclusive.

 

Mario Trimarchi

Complessità e integrazione delle fonti nel diritto privato in trasformazione

 

Giorgio De Nova

Le nuove frontiere del risarcimento del danno: i punitive damages

Sommario: 1. Le frontiere mobili tra responsabilità contrattuale e responsabilità extracontrattuale. – 2. Sul danno e sulla sua quantificazione. – 3. In tema di punitive damages.

 

Giorgio De Nova

Il testatore anziano e la forma del testamento

 

Nunzio De Salvo

Compossesso di bene condominiale ed onere delle prova
Cass. civ., sez. II, 24 agosto 2015, n. 17072

Sommario: 1. Il caso. – 2. Il compossesso tra comunione e possesso. – 3. Il compossesso come concorso di plurimi possessi sul medesimo bene. – 4. La tutela possessoria nell’ambito del compossesso titolato. – 5. L’apparente alterazione dell’onere probatorio da parte della Cassazione per il possesso di bene condominiale che fornisce un’utilità oggettiva.

 

Marcello Maggiolo

La scuola patavina di Luigi Carraro

 

Laura Miccoli

Tra public and private enforcement: il valore probatorio dei provvedimenti dell’AGCM alla luce della nuova direttiva 104/14 e del D.lgs. 3/2017

Sommario: 1. Alcune premesse metodologiche. – 2. La necessità del cambiamento: alcuni casi pratici. 2.1. Il caso SKY c. Conto TV S.R.L: la netta differenza tra l’attività pubblicistica dell’AGCM e le finalità privatistiche del giudizio risarcitorio civile. – 2.2. Cartel Damage Claims: verso la convergenza tra public e private enforcement. – 3. Il punto di incontro tra public and private enforcement. L’art. 9 e la disciplina di recepimento, il D.lgs. 3/2017. – 4. Estensibilità delle censure mosse nel caso Grande Stevens al procedimento innanzi all’Agcm. – 5. Possibilità di sanatoria dei vizi riscontrabili nelle sanzioni irrogate dall’AGCM e, in caso contrario, rilevanza ai fini dell’applicabilità dell’art. 7 del D.lgs. 3/17.

 

Roberta Aluffi, Magda D’Amelio, Susanna Marta

L’applicazione del regolamento Bruxelles II bis nella pratica giudiziaria italiana

Sommario: 1. Una presentazione della ricerca. – 2. Usi e disciplina terminologica. – 3. L’esame della giurisprudenza. – 3.1. Le decisioni che fanno applicazione del regolamento. – 3.2. Casi di applicazione problematica del regolamento. – 4. Le decisioni che non fanno applicazione del regolamento. – 5. Alcune questioni particolari.

 

Andrea D'Alessio

La tutela del consumatore nei contratti di garanzia personale

Sommario: 1. Introduzione. – 2. L’ambito di applicazione della disciplina di tutela del consumatore ed i contratti di garanzia personale. – 3. La posizione della giurisprudenza italiana. - 4. (segue) L’accessorietà della fideiussione. - 5. (segue) Il fideiussore nella veste di contraente debole. - 6. La posizione della giurisprudenza europea. - 7. Conclusioni.

 

Tommaso Auletta

I rapporti personali tra uniti civilmente

Sommario: 1. Considerazioni generali. – 2. Il cognome dell’unione. – 3. I doveri della coppia unita civilmente e delle coppia coniugata nel quadro delle differenze fra unione civile e matrimonio. – 4. Dovere di fedeltà. – 5. Assistenza morale e materiale, collaborazione, contribuzione ai bisogni comuni. – 6. Coabitazione. – 7. L’indirizzo di vita familiare. – 8. Attuazione dell’indirizzo di vita. – 9. Unione civile e famiglia.

 

Roberta Aluffi e Raffaele Sabato

Mobilità transfrontaliera e contenzioso civile: coppie e genitorialità nello spazio giudiziario europeo. Una ricerca in corso Sull’applicazione del regolamento “Bruxelles II bis”

Sommario: 1. Le ragioni della ricerca. – 2. Le caratteristiche specifiche.– 3. La matrice interprofessionale. – 4. La dimensione transfrontaliera. – 5. La metodologia «sul campo». – 6. I primi risultati.

 

M.ª Natalia Mato Pacín

El contrato de servicios bancarios: las cláusulas suelo en los contratos de préstamo hipotecario

Sommario: 1. El punto de partida. – 2. La sentencia del Tribunal Supremo de 9 de mayo de 2013. – 2.1 Sobre la naturaleza de las cláusulas suelo. – 2.2 Sobre el control de transparencia al que están sometidas las cláusulas que definen el objeto principal del contrato. – 2.2.1 No es suficiente superar el control de incorporación ni cumplir con la normativa sectorial bancaria. – 2.2.2 ¿Criterios para superar el control de transparencia reforzado? – 2.2.3 Estructura y naturaleza del control de las cláusulas que definen el objeto principal del contrato. – 2.3 Sobre las consecuencias de la nulidad de las cláusulas suelo. – 2.4 Sobre el enjuiciamiento de la transparencia de las cláusulas suelo y de los efectos de su nulidad a través de una acción colectiva de cesación. – 3. El control de las cláusulas suelo en contratos entre empresarios. 4. Recapitulación: una cláusula y un sinfín de incógnitas.

 

Francesca Romeo

La nullità strutturale della donazione di cosa altrui

Sommario: 1. Il caso e la soluzione della Corte. – 2. Il dibattito dottrinale e giurisprudenziale. La tesi della nullità per violazione diretta o per applicazione analogica dell’art. 771 c.c. – 2.1 (Segue) La tesi dell’inefficacia. – 3. La scelta adottata: la nullità per assenza di causa. – 4. I profili di criticità. L’inammissibilità dell’atto dispositivo della c.d. quotina. – 4.1 (Segue) Il nesso tra la possibilità dell’oggetto e la realizzabilità della causa. – 4.2 (Segue) I margini di validità dell’atto dispositivo di res aliena: la donazione obbligatoria. – 4.3 (Segue) La declaratoria di nullità dell’intero atto donativo. – 5. Conclusioni.

 

Emanuele Navarretta

La scuola pisana e il metodo civilistico

Sommario: 1. I tratti generali della scuola pisana. – 2. La breve, ma intensa, permanenza di Gino Gorla e di Giorgio Giampiccolo. – 3. Il radicamento pisano di Ugo Natoli e il formarsi della scuola intorno ai principi costituzionali e alle clausole generali. – 4. Fra interessi e tutele il pensiero di Lina Bigliazzi Geri e di Francesco Busnelli. – 5. Da Francesco Busnelli a Umberto Breccia “la ricerca della via del ritorno al diritto”.

 

Alessandro Ciatti

La scuola civilistica torinese

Sommario: 1. Precisazioni terminologiche. – 2. La figura di Mario Allara. – 3. Gli allievi di lui.

 

Giovanni Furgiuele

“Vicende fiorentine”: da Giovanni Brunetti ad Enrico Finzi e, infine, a Salvatore Romano e al suo “ordinamento sistematico del diritto privato”

 

Mario Trimarchi

La Scuola messinese e l’ultimo corso di lezioni di Salvatore Pugliatti

Sommario: 1. Il fondatore della Scuola messinese: Salvatore Pugliatti. – 2. “Diritto civile e diritto amministrativo”: l’ultimo corso di lezioni di Salvatore Pugliatti e la scelta del metodo storico. – 3. L’età antica: il diritto romano e l’origine degli istituti civilistici. – 4. L’età medioevale: da Giustiniano, ai Commentatori e al diritto comune. – 5. L’età moderna: le grandi codificazioni e la Costituzione. – 6. Conclusivamente: il diritto civile è la Sua Storia. – 7. Il rapporto tra diritto civile e diritto amministrativo. – 8. L’attualità della lezione pugliattiana.

 

Alessio Zaccaria

“Contatto sociale” e affidamento, attori protagonisti di una moderna commedia degli equivoci

Sommario: 1. Premessa. – 2. Il concetto di “contatto sociale”. – 3. Il contatto “negoziale”. – 4. I contatti sociali simili ai contatti negoziali. – 5. I contatti sociali diversi sia dai contatti negoziali sia dai contatti simili a questi ultimi. – 6. La teoria della Vertrauenshaftung. – 7. Quali comportamenti concludenti tipizzati possono essere inquadrati anche “contatti sociali”?

 

Francesco Donato Busnelli

Il diritto della famiglia di fronte al problema della difficile integrazione delle fonti

Sommario: 1. Tornare a Messina. Ricordi, sentimenti, messaggi. – 2. Le “architetture costituzionali”: un unicum nel panorama delle Costituzioni europee. – 3. Le prime avvisaglie del processo di disgregazione. – 4. Iden-tità costituzionale della famiglia e diritti fondamentali dell’Unione europea. – 5. La tendenziale anti-nomia dei relativi principi e il difficile “dialogo delle Corti”. – 6. Nuovi movimenti ideali e spinte evo-lutive della giurisprudenza: a) “Convivere come coniugi”. – 7. b) “Matrimonio, matrimoni”. – 8. c) “Best interests of the child” . – 9. d) “Diritto alla genitorialità”, “Birth power” , “Freedom of choice” . – 10. Le leggi di riforma: a) la c.d. riforma della filiazione e i problemi ancora aperti. – 11. b) La tutela legislativa dei diritti delle “nuove coppie” e l’idea del “rammendo delle periferie”. – 12. Verso il futuro. Il “rammendo” come strumento di possibile integra-zione delle fonti o come primo passo verso il superamento dell’identità costituzionale?

 

Giuseppe Vettori

Il diritto ad un rimedio effettivo nel diritto privato europeo

Sommario: 1. Il pensiero posmoderno e la sensibilità per le differenze. – 2. La giurisprudenza delle Corti italiane ed europee. – 3. La Drittwirkung dei diritti fondamentali – 4. L’effettività nel linguaggio giuridico e nel dibattito filosofico. – 5. Certezza e prevedibilità. Altre figure di certezza.

 

Giovanni Iudica

La buona fede nel contratto d’appalto

 

Natalino Irti

Sulla “positività ermeneutica” (per Vincenzo Scalisi)

Sommario: 1. La generazione e la domanda fondamentale. – 2. Due significati di “valore”. – 3. La meta-positività. – 4. All’interno della positività: indirizzo linguistico. – 5. Idem: indirizzo fattuale; una pagina di Vin-cenzo Scalisi. – 6. Interpretazione come posizione di norma. – 7. La “positività ermeneutica”. – 8. La figura unitaria di Vincenzo Scalisi.

 

Enrico Quadri

“Convivenze” e “contratto di convivenza”

Sommario: 1. Le “convivenze” ed il “contratto di convivenza” nella sistematica della legge n. 76 del 2016. – 2. De-finizione della situazione di “convivenza” e sue problematiche conseguenze, anche alla luce del “dirit-to vivente” in materia. – 3. La disciplina del “contratto di convivenza” nel suo rapporto con quella concernente le “convivenze”. – 4. Contenuti del “contratto di convivenza”. – 5. Problematicità del re-gime pubblicitario del “contratto di convivenza”.

 

Jacopo Alcini

Le frontiere della contrattazione on line

Sommario: 1. Vendite aggressive ed innovazione tecnologica. – 2. Il contratto telematico: volontà ed accordo in rete. – 3. I contratti preliminari all’esercizio dell’attività commerciale telematica. – 4. I contratti pub-blicitari su internet ed il contratto di fornitura di software in rete.

 

Giuseppe Vettori

La giurisprudenza come fonte del diritto privato

Sommario: 1. Il problema. – 2. Le posizioni della dottrina. – 3. Diritto privato e principio di divisione dei poteri. – 4. Ermeneutica e dogmatica nel diritto giurisprudenziale. Uno sguardo al presente. – 5. L’uso corretto dei principi. La giustizia come principio retorico. – 6. L’effettività come principio valutativo, integrativo e correttivo.

 

Massimo Franzoni

La Scuola Bolognese

Sommario: 1. Bologna e lo Studium. – 2. I tempi più recenti. – 3. Contratto e impresa come ulteriore tappa nella storia della Scuola. – 4. La nuova lex mercatoria.

 

Luca Nivarra

Il diritto civile a Palermo: eccezione o paradigma?

 

Alberto Maria Benedetti

Antichi e moderni a confronto. Una storia del diritto civile a Genova

Sommario: 1. Il diritto civile a Genova: i due periodi. – 2. Il periodo arcaico (1885-1964): Cesare Cabella e Paolo Emilio Bensa. – 3. (Segue). Filippo Vassalli e i suoi allievi. – 4. Il periodo moderno: la scuola di Stefano Rodotà. – 5. Moderni o «modernisti»? La «vocazione civile», fil rouge dei due periodi.

 

Luigi Pellecchi

La costruzione retorica della sentenza