home / Archivio / Fascicolo 5 - 2017


Fascicolo 5 31/10/2017

pdf fascicolo indice fascicolo

BENI E NEW PROPERTIES

Il cibo come bene comune. Periplo di una recente legge con tentativo d´approdo

La finalità della legge 166/2016 apre la possibilità di teorizzare un nuovo orizzonte di considerazione giuridica dello scarto alimentare che da rifiuto da eliminare può diventare donazione di un bene e contribuire al benessere del soggetto-persona.
di Attilio Gorassini

CONTRATTI

La causa e l´interesse meritevole di tutela secondo l´ordinamento giuridico

Il saggio prende in esame un profilo peculiare del diritto europeo dei contratti: l’abbandono del concetto di “causa”; la maggior attenzione prestata dal giurista all’aspetto funzionale del contratto; lo stretto nesso tra l’interesse dei contraenti e l’esigenza di garantire quella solidarietà sociale (art. 2 cost.) che, nella buona fede contrattuale (ad ...
di Massimo Franzoni

Error inexcusable y responsabilidad precontractual: el equilibrio entre la tutela del interés del declarante y la protección del contratante lesionado

En el presente trabajo se examina el problema que presenta el denominado error inexcusable en cuanto al derecho del contratante cuya voluntad ha sido viciada a solicitar la declaración de nulidad y el interés de la contraparte a obtener la reparación del daño provocado por la extinción del contrato. Ante la ausencia de regulación en el Código Civil ...
di Jorge Rodríguez Russo

Clausola di deroga al foro del consumatore ed onere della prova della trattativa individuale

Il contributo, dopo aver ripercorso la parabola giurisprudenziale della rilevabilità d'ufficio della nullità di protezione, ed in particolare di quella di cui all’art. 33 del D.Lgs. n. 5 del 2006, comma 2, lettera U,  sottopone a vaglio critico l'orientamento adottato dalla pronunzia in commento secondo cui il consumatore che intenda avvalersi della clausola derogatoria ...
di Vincenza Cinzia Meccola

FAMIGLIA

Domanda di adozione di una minore proposta dalla partner della madre biologica ex art. 44, comma 1, lett. d), l. 184/1983

Il presente contributo affronta il caso dell’adozione di una minore da parte della partner della madre biologica. Secondo la Cassazione, l’adozione in casi particolari prescinde da un preesistente stato di abbandono e può essere ammessa, alla luce di una rigorosa indagine, anche per le unioni omosessuali se ciò risponde al preminente interesse del minore.
di Marina Moretti

FONTI

Complessità e integrazione delle fonti nel diritto privato in trasformazione

L'Autore, dopo aver delineato i caratteri della complessità negli studi filosofici e, in particolare, in quelli giuridici, ritiene che l'unica modalità per affrontarla sia per l'interprete quella di realizzare una piena integrazione della pluralità delle fonti, di diritto interno, europeo e internazionale, che oggi caratterizzano il diritto privato.
di Mario Trimarchi

OBBLIGAZIONI

La diligenza particolare del professionista: dall´obbligo informativo al dovere di consiglio (art. 1176 c.c.)

L’articolo esamina la nozione tradizionale di diligenza del “pater familias” e ne evidenzia la genericità. Si tratta infatti di una nozione fondata su formule astratte e priva di riferimenti concreti. Suggerisce quindi di verificare i comportamenti che si ritengano illegittimi, valutandoli sulla base delle circostanze concrete. In questo modo si può ...
di Gianluca Sicchiero

RESPONSABILITA' CIVILE

Le nuove frontiere del risarcimento del danno: i punitive damages

Nello scritto si affronta il problema del riconoscimento in Italia di sentenze straniere che dispongano danni punitivi. All’interno del nostro ordinamento i casi in cui il convenuto può essere condannato a corrispondere una somma distinta e autonoma da quella risarcitoria sembrano rispondere a esigenze diverse dai punitive damages. Occorre pertanto molta prudenza prima di predicare ...
di Giorgio De Nova

Danni punitivi: ancora attese le Sezioni Unite

Il contributo affronta il delicato tema della ammissibilità della comminatoria di danni punitivi. In attesa di una pronuncia delle Sezioni Unite, si osserva che la funzione sovracompensatoria di per sé non è incompatibile con quella strettamente risarcitoria; e ciò, perché quel quid pluris rispetto al “risarcimento in senso stretto” non è ...
di Giorgia Corsi

SUCCESSIONI

Il testatore anziano e la forma del testamento

L'autore si sofferma sul problema del testatore anziano, analizzando la possibilità per quest'ultimo di autotutelarsi imponendo per propria volontà la forma del testamento pubblico quale requisito di validità di propri futuri (ed eventuali) testamenti.
di Giorgio De Nova